giovedì 31 luglio 2008

Fiori di zucca ripieni

Potevano mancare i fiori di zucca ripieni??? Nooo!!!

Continua la mia sagra dei fiori di zucca :-)) ... questa volta preparati ripieni al forno.

Dopo, come al solito, aver pulito e lavato i fiori, ho preparato il ripieno.
Ho fatto lessare una patata che ho schiacciato riducendola a purea, unito del tonno sott'olio sminuzzato, un'acciughina, qualche cubetto di formaggio fondente, dei capperi tritati, un po' di prezzemolo.
Ho amalgamato bene il tutto, e aggiustato di sale e pepe.
Ho distribuito il composto nei fiori e messi in una teglia con un po' d'olio, cuocendoli in forno ventilato, preriscaldato a 180° per 20 minuti circa.
Ho adagiato sopra i fiori delle fettine di formaggio, li ho rimessi in forno, il tempo necessario per farlo fondere.


PS. il formaggio io ho usato quello che mi trovavo in casa al momento, cioè del galbanino, ma vanno bene anche delle sottilette o ciò che si preferisce, purchè al calore fonda.
Invece di mettere una fettina sopra al volo, come ho fatto per la fretta, avrei voluto decorarli in maniera diversa :-(( ma la fretta è fretta!:-))

mercoledì 30 luglio 2008

Fusilli fiori di zucca e mascarpone

Oggi con fiori di zucca la pasta e domani...

Continua incessante la produzione dei fiori di zucca... mia cognata mi riempie la cucina!
Oggi, con questi, ho deciso di fare un primo piatto e, considerando che avevo del mascarpone in scadenza ho pensato di abbinarlo ai fiori.

Pochi gli ingredienti:

Fusilli corti bucati, fiori di zucca, zucchina, mascarpone, scalogno, zafferano, olio e burro, sale e pepe.

Dopo aver tolto il gambo e il pistillo, ho lavato velocemente i fiori, asciugati e tagliati a striscioline.
In una padella con un po' d'olio e burro, ho fatto rosolare dolcemente, uno scalogno tritato finemente.
Ho messo quindi i fiori in padella, un po' di sale e di pepe e li ho fatti appassire qualche minuto.
Ho aggiunto il mascarpone e un po' di zafferano, e lasciato andare ancora qualche minuto.
Ho scolato la pasta, l'ho messa nella padella dei fiori e mascarpone, fatto amalgamare bene il tutto, aggiungendo alla fine una zucchina, tagliata tipo julienne e saltata in padella con un po' d'olio.

Che dire???
"Sono delicati e gustosi, a noi sono piaciuti molto!"

Chissà a voi???

lunedì 28 luglio 2008

Dessert al formaggio

Dedicato con affetto a chi frequenta il mio blog per festeggiare...
le 1000 visite!


Vi propongo 2 versioni: per chi ama il cioccolato e chi la frutta...


Questo è un semplice e veloce dessert al formaggio, cotto con il forno a microonde.
Io, con queste dosi, ho preparato una coppa, decorata con scagliette di cioccolato e una forma piccola decorata con ribes rosso.

Ingredienti:

2 uova
2 cucchiai di zucchero
250 gr. di ricotta
1 dl di panna
1 dl di latte
1 cucchiaio di farina
1 bustina di vanillina

Esecuzione

Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere gli altri ingredienti e mescolare amalgamando bene il tutto.
Imburrare un contenitore adatto alla combinazione e versare l'impasto ottenuto.
Cuocere in combinazione grill e microonde a 650 W per 12 minuti circa.
Servire come dessert.

Grazie ancora a tutte le amiche, che non fanno mancare la loro affettuosa presenza! :-))


domenica 27 luglio 2008

Passeggiata gastronomica a Popiglio

Ieri sera ho partecipato
alla 6a passeggiata gastronomica

organizzata nel mio paese... POPIGLIO

Questo l'itinerario...

La passeggiata è iniziata dal Parco del paese dove venivano offerti, aperitivi e stuzzichini a volontà.
Quindi proseguendo la strada, siamo arrivati al
"Piazzale" e abbiamo trovato gli antipasti: bruschette al pomodoro fresco, bruschette ai funghi, crostini philadelphia e prosciutto, verdure grigliate, olive, pezzetti di reggiano, il tutto sempre annaffiato con del buon vino o altre bevande a scelta.
Dopo fatto un'altro tratto di strada in salita, siamo arrivati in un angolo del paese chiamato
"Aiona" dove servivano i primi: polenta con cinghiale, polenta con funghi, minestra di fagioli con pasta fatta a mano.
Dopo aver mangiato, abbiamo proseguito il cammino che si faceva sempre più lungo, con salite. discese, intermezzate da tratti di strada pianeggiante.
Siamo arrivati nel luogo denominato
"L'Aia di Maragagli" dove abbiamo trovato: affettati vari, formaggio, insalata di fagioli, necci di castagno con ricotta o nutella a scelta.
A questo punto dovevamo arrivare nel punto più basso del paese,
"La Veduta" dove c'era l'angolo del cocomero.
Da qui ci siamo recati nel piazzale del
Teatro Mascagni, dove ci aspettavano cantuccini e vin santo, oltre come sempre altre innumerevoli bibite.
Davanti alla
Pieve di S. Maria Assunta, insigne monumento medioevale della Montagna Pistoiese, fondata nel 1271, abbiamo concluso la passeggiata con caffè e musica.

Un ringraziamento è doveroso, a tutti i volontari che hanno reso possibile questa manifestazione.

Le foto sono visibili nel mio album: CLICCA QUI!

giovedì 24 luglio 2008

Braccialetto effetto "ambra"

Da un Kit trovato in Perline mania...

... ho ricavato questo braccialetto effetto "ambra", utilizzando del cordino di cotone e filo di nylon, perline mezza baguette, perle di vetro a lume, perline di vetro piccole e medie, perline di conteria rotonde.
Non sono certo esperta creatrice di bijoux, ma alle prime armi con sempre tanta voglia d'imparare.
Questo braccialetto l'ho fatto seguendo le indicazioni nel Kit, e che riporto fedelmente:-)

Tagliare 60 cm di cordino e lasciandone liberi 20 cm inserite 3 perle di vetro piccole.
Fermatele con un nodo e legate in quel punto il filo di nylon.
Inserite 8-9 perline mezza baguette.
Infilate 1 perla a lume nei due fili di cotone e di nylon.
Tirate il filo di nylon formando un anello.
Proseguite alternando baguette e perle a lume per 6 volte.
In altri 60 cm di cordino inserite 3 perle di vetro piccole.
Legate un pezzetto di filo di nylon, inserite 1 perla media e di seguito 8-9 perline rotonde nel filo di nylon.
Tirate i due fili in modo che quello di nylon formi un anello.
Proseguite alternando perle medie e di conteria per 6 volte.
Legate insieme i due capi dei cordini da entrambi i lati e realizzate tanti nodi a misura del braccio.
Create la fermatura formando un cappio finale da un lato e dall'altro capo legate 1 perla a goccia da inserire nel cappio.

Un piccolo trucco: Per infilare più facilmente il cordino potete spennellarne l'estremità con dello smalto per unghie.

martedì 22 luglio 2008

Fiori di zucca fritti

I fiori di zucca sono ricchi di vitamina A,
diuretici e rinfrescanti,
se cucinati senza grassi, anche molto digeribili.


Quest'anno grandissima produzione di fiori di zucca, non miei, ma di mia cognata che gentilmente mi rifornisce, quasi ogni giorno.
Dopo averli usati per fare i crostini, non potevo non fare i classici fiori di zucca fritti, allora mi sono messa all'opera.
Ho preparato una pastella, fatta con farina, acqua minerale gassata gelata e un pizzico di lievito di birra, ho amalgamato accuratamente il tutto, ottenendo un impasto non troppo liquido, senza grumi, che ho lasciato riposare in frigo.
Quindi ho preso i fiori di zucca, li ho lavati passandoli velocemente sotto l'acqua, dopo aver tolto il pistillo, quindi li ho asciugati delicatamente, tamponandoli con carta assorbente.
Essendo pronta per la frittura, ho passato i fiori nella pastella, fatto sgocciolare bene l'impasto in eccesso, quindi li ho gettati nell'olio bollente e quando hanno raggiunto la doratura li ho tolti e posati ad asciugare su carta assorbente.
Ho salato e servito immediatamente in tavola.

domenica 20 luglio 2008

Spaghetti al tonno affumicato

Notizie dalla stampa...
La pesca del tonno ha origini antichissime ed i suoi riti sono stati tramandati per millenni: la praticavano i Romani, gli Arabi ed in epoca più tarda gli Spagnoli.
Le sue carni infatti erano molto apprezzate per i loro requisiti organolettici, le virtù terapeutiche ma soprattutto per il loro potere nutritivo: il tonno è infatti un ottimo alimento ipocalorico, con un contributo proteico elevato e ricco di acidi grassi essenziali.


Ingredienti per 4 persone:

350 gr. di spaghetti
100 gr. di tonno affumicato
1 cucchiaio di capperi
70 gr. di olive verdi
2 cipolle
olio extravergine
sale e pepe

Esecuzione:

Affettare sottilmente le cipolle e farle appassire per 15 minuti in una casseruola con 4 cucchiai d'olio. Unire le olive snocciolate, i capperi e far insaporire. Tagliare il tonno a listarelle. Cuocere gli spaghetti, scolarli al dente e farli saltare nella casseruola con le cipolle. Unire il tonno, condire con un filo d'olio e pepare.

Ricetta ripresa dalla confezione del tonno affumicato.

sabato 19 luglio 2008

Carpaccio all'aceto balsamico

Per chi ha fretta...

... nulla di meglio che questo piatto semplice, veloce e gustoso.

Questa ricetta si può fare al forno o in padella, ma dato che io vado sempre di fretta, se non ho da cucinare tante porzioni preferisco usare il metodo più veloce.
Prendo una padella, la metto sul fuoco a scaldare con un po' d'olio, aggiungo le fettine di carpaccio, le faccio cuocere.
Stare bene attenti, basta un attimo perchè la carne è sottile e cuoce velocemente.
Dopo che ho cotto il carpaccio, tolgo dal fuoco, aggiungo capperi, sale, pepe e gocce di aceto balsamico... e voilà il piatto è pronto!

venerdì 18 luglio 2008

Flan di verdure

Usando il microonde...


Ingredienti:

4 uova
1 peperone rosso
2 zucchine
4 cipolle
2 cucchiai di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di erba cipollina
1 cucchiaio di basilico tritato
1 spicchio d'aglio
4 cucchiaini d'olio- sale e pepe

Esecuzione:

Tagliare a cubetti il peperone e le zucchine. Tritare cipolle ed aglio. Versare in un recipiente da microonde 3 cucchiaini d'olio, le cipolle, l'aglio e il peperone., fare cuocere per 5 minuti a 300 watt. Unire le zucchine e fare cuocere per altri 5 minuti. Sbattere le uova con sale e pepe e mescolare alle verdure e alle erbe. Spennellare quattro stampini rotondi di porcellana con l'olio rimasto, versarvi il composto e fare cuocere a 500 watt per 8-10 minuti. Lasciare riposare per 5 minuti poi togliere dal forno a microonde e servire.

giovedì 17 luglio 2008

Mozzarella farcita e fritta

Mozzarella fritta ma... non in carrozza!


Ingredienti: Mozzarella in fogli, melanzana, peperone, prosciutto cotto, olio, sale e pepe, uovo, farina, pangrattato.

Ho preso dei fogli di mozzarella, quella che si trova arrotolata, e con una forma tonda, ho ricavato dei dischi. Ho tagliato una melanzana a dadini piccoli e saltati in padella con poco olio, quindi ho aggiunto dei dadini di peperone e lasciato cuocere il tutto ancora qualche minuto, salando e pepando. Ho tagliato a dadini anche del prosciutto cotto e aggiunto alle melanzane e peperone.
Ho infarinato i dischi di mozzarella da entrambi i lati, ho messo un cucchiaio di ripieno su un disco e l'ho chiuso con altro disco, facendo pressione ai lati per saldarli.
Una volta preparati tutti i dischi di mozzarella farciti, li ho passati nell'uovo poi nel pangrattato, di nuovo ancora nell'uovo e nel pangrattato, ho fatto due passaggi.
Servire al volo!

Pasta della nonna

Piatto povero della nonna...

Questa ricetta è stata presentata nel programma Facile Cucina, condotto da Ciro di Maio ed Elis Marchetti, una sera che trattavano i piatti poveri delle nonne.
Loro hanno usato gli spaghetti, io ho cambiato con i fusilli, perchè questi avevo in casa...
La ricetta è semplicissima, velocissima, buonissima.


Ingredienti:

Pomodorini, peperoncino, olive verdi, aglio, olio, sale, pangrattato.

Dopo aver fatto rosolare dolcemente, uno spicchio d'aglio con un po' d'olio in padella, ho aggiunto i pomodorini tagliati in 4 e del peperoncino, e fatti saltari velocemente per poco tempo.
Ho tritato delle olive verdi, cotto la pasta, e messa in padella dove erano i pomodorini, aggiungendo anche le olive tritate. Ho aggiustato di sale, fatto saltare velocemente la pasta, amalgamando il tutto con del pangrattato ( il parmigiano dei poveri).

martedì 15 luglio 2008

Crostini di Nonna Cabriolet

Perchè di Nonna Cabriolet?
... perchè così li chiamò un'amica la prima volta che li mangiò a casa mia.
Nonna, perchè lo ero diventata da pochi giorni, Cabriolet lo lascio immaginare.....

Ingredienti

Fiori di zucca, prezzemolo, basilico, aglio, maionese, sale, pepe, pane e pomodori.

Dopo aver lavato accuratamente i fiori di zucca, ho tolto il gambo e le foglioline esterne, mantenendo però in questa ricetta anche il pistillo, che ne esalta ancora di più il sapore.

Ho tritato finemente i fiori insieme a del prezzemolo, basilico ed aglio, ho aggiunto al preparato la maionese, un po' di sale e pepe.
Nel frattempo ho fatto abbrustolire delle fettine di pane, quindi ho assemblato il tutto, aggiungendo una fettina di pomodoro e sopra la salsina preparata.

Questa volta invece che crostini ho preparato dei crostoni, ma la bontà rimane intatta!
Provare per credere.....

Con questa ricetta partecipo alla Raccolta "Sfizi in tavola" di Daniela

domenica 13 luglio 2008

Pomodori gratinati in forno

Pomodori gratinati in forno e... continua


Ingredienti:

Pomodori. prezzemolo, aglio, pane grattugiato, sale e pepe, olio

Prendere dei bei pomodori rossi, maturi e sodi, dividerli a metà, svuotarli, salarli, e metterli capovolti su di un piano per far perdere il loro liquido di vegetazione.
Preparare intanto un battutino di prezzemolo, aglio, pane grattugiato, sale, pepe e un po' d'olio.
Farcire con questo composto i pomodori, adagiarli in una pirofila unta d'olio, e spolverizzare ancora con un po' di pangrattato, mettendoli poi in forno già riscaldato a gratinare.
Questo piatto è buono anche freddo!

... nella foto ci sono anche zucchine ripiene al tonno! :-))

Zucchine ripiene al tonno

Non solo zucchine ripiene al tonno ma... continua


Ingredienti:

Zucchine, tonno, prezzemolo, aglio, uovo, parmigiano e pane grattugiato, sale e pepe.

Lavare e sbollentare le zucchine in acqua bollente salata per qualche minuto.
Tagliare a metà, scavare la loro polpa, metterne un po' in una ciotola ed aggiungere a questa, del tonno sminuzzato, del prezzemolo tritato, un po' d'aglio, un uovo, del parmigiano grattugiato, mescolare bene ed aggiustare di sale e pepe.
Con questo composto, farcire le zucchine e metterle in una pirofila da forno unta d'olio, spolverizzando ancora con pane grattugiato.
Preriscaldare il forno a 180° e cuocere per 20-30 minuti.

... nella foto ci sono anche pomodori gratinati in forno. :-))

giovedì 10 luglio 2008

Torta compleanno

Un anno fa...

questa la torta di mia mamma.

Il 30 giugno era il compleanno di mio figlio, che lui ha festeggiato allegramente, in vacanza in Sardegna.
E questa??? Non è certamente la sua torta, non può essere, neppure se inverto i numeri :-))
Tornando dal mare ustionato, il festeggiamento casalingo è stato rimandato...
Ma dato che in questo blog raccolgo tutte le mie passioni, ho ritrovato e voglio includere, anche la torta che ho fatto a mia mamma, quasi un anno fà, il 12 agosto, giorno che compie gli anni.
Il tempo scorre veloce, se andiamo avanti di questo passo ci sarà a breve un doppio festeggiamento: nonna e nipote!

martedì 8 luglio 2008

II Festa del pane

II Festa del pane a San Marcello Pistoiese

Bellissima questa iniziativa della festa del pane, che coinvolge, oltre i maestri fornai anche i bambini. Infatti dal mattino potevano impastare e lavorare sotto una guida esperta che li aiutava e insegnava loro a dare le più svariate forme al pane. Tutto questo si svolgeva all'aperto nella piazza del paese.

I maestri fornai erano a disposizione anche del pubblico per spiegazioni e consigli sulla panificazione.

Nell'aria si avvertiva l'inconfondibile fragranza del pane appena sfornato, e ne hanno prodotto moltissimo, insieme anche a pizze, focacce all'olio, alle olive, ai pomodorini, alle patate.....

Sono stati usati diversi forni per poter riuscire a cuocere grandi quantità di prodotto, la richiesta di pane, pizze, focacce era pressante...

Purtroppo fare foto era un'impresa impossibile, data la calca presente alla festa...

Chi ha inventato il pane? Ventimila anni prima della nascita di Cristo gli uomini preistorici già impastavano i cereali frantumati con l'acqua. Le proprietà nutritive di questo impasto e la sua capacità di accompagnare naturalmente gli altri cibi, ne fecero l'elemento comune dell'alimentazione di molti popoli. Si dice che il pane fosse la prima specializzazione alimentare degli antichi egizi, che poi la esportarono nelle altre civiltà...

Per ogni pane ci vuole la giusta farina.
Farina bianca - Prodotta con grano tenero di forza ed elasticità diverse. Quella di tipo 0 è la più adatta per la maggior parte dei pani italiani.
Farina integrale - Contiene la crusca, parte più esterna del chicco, e dà un pane più scuro e saporito, che contiene più fibra.
Farina di grano tenero e semola rimacinata - E' di un bel colore giallo e produce pani saporiti tipici della nostra tradizione mediterranea.
Farine speciali di altri cereali - Segale, farro, avena e molte altre, si sono diffuse come novità.

La crosta del pane deve essere friabile, omogenea, croccante e dorata. L'aroma, piacevole e appetitoso. La mollica uniforme e porosa, asciutta ed elastica.
Un buon pane nasce sempre dalla combinazione giusta di più fattori. La qualità della farina, i tempi della lievitazione, l'acqua, la cottura...

Ogni sapore cerca il suo pane:
Il toscano, senza sale, si abbina con i sapori forti, come i salumi o il condimento della bruschetta.
Il pane comune è buonissimo con marmellate e confetture, l'integrale con i formaggi e il miele.
I panini soffici all'olio o al burro, sono ideali per ostriche e pesce affumicato.
E non dimentichiamo il pane secco, ideale per le zuppe o per piatti regionali come la panzanella.

In linea generale, il pane, si conserva bene avvolto in un panno a temperature ambiente, o semplicemente nel sacchetto di carta che ci dà il fornaio. Non va mai messo in frigo: il pane si disidrata e perde la sua naturale fragranza. Si può conservare nel congelatore, avvolto in un foglio spesso di alluminio e messo in un sacchetto di plastica da freezer.

sabato 5 luglio 2008

Portagrissini

Grissini in tavola?

... è tutta un'altra cosa!

Questo è uno dei contenitori che ho preparato all'uncinetto e poi inamidato per mettere i grissini in tavola.

Post aggiornato, il 12 marzo 2011, con le spiegazioni del portagrissini.
Cliccare sull'immagine per ingrandire !!!

giovedì 3 luglio 2008

Bracciale

Con spille da balia...

delle perline...


... e del filo elastico, ho fatto questo bracciale.

Questo lavoro creativo è molto semplice, ed è indicato anche per i bambini, aiutandoli magari, dopo che hanno infilato tutte le perline, a stringere con pinzette la chiusura delle spille, per sicurezza.

Con le spille da balia, si possono fare molti altri "gioielli", che col tempo mostrerò...

Ditaloni con crema di peperoni

Il peperone è una miniera di vitamina C, contiene anche vitamina A, soprattutto quelli rossi e giali. E' poco calorico, poichè costituito da oltre il 90% di acqua, il suo principio attivo è la capsacina.

Ingredienti: Peperoni, aglio, olio, sale e pepe, panna, prezzemolo.

Ho messo a rosolare in padella uno spicchio d'aglio in poco olio, poi ho aggiunto i peperoni tagliati a listarelle e lasciato cuocere dolcemente coperti.
Dopo che i peperoni si sono ammorbiditi, ho aggiunto il sale e il pepe e lasciati finire di cuocere scoperchiati.
A cottura ultimata, ho tolto l'aglio e frullato il tutto, aggiungendo anche un po' di panna, che non sarà proprio light, ma è proprio una goduria... rende la crema di peperoni di una delicatezza unica!
Nel frattempo ho cotto la pasta, che poi ho saltato in padella con la crema di peperoni, terminando con una spolveratina di prezzemolo tritato finemente.