lunedì 24 maggio 2010

Involtini di verza

Ma possibile che la vita quotidiana sia tutta una corsa?
Penso proprio di sì, almeno per me è così...
Tra una corsa e l'altra spesso non riesco neppure a fare la spesa, quindi mi devo arrangiare e cercare di far funzionare la fantasia.
In tutto questo ho anche una grande fortuna, le uova fresche non mi mancano mai e neppure le verdure che mi procurano le mie cognate.
Questo piatto è nato per caso... mi è stata portata una verza, che di solito mangiamo cruda tagliata molto finemente, ma questa volta più di un contorno, avevo bisogno di un piatto più completo per la cena, ecco che ho pensato a degli involtini con il tonno.



Per prima cosa ho scelto le foglie, le ho accuratamente lavate, quindi leggermente sbollentate.
Le ho scolate in una ciotola con acqua ghiacciata perchè mantenessero inalterato il loro colore, poi messe su di un panno ad asciugare.
Ho iniziato a preparare il ripieno sfruttando ciò che avevo in casa.
Ho usato 2 scatolette di tonno ed alcune foglie di verza che avevo sbollentato in precedenza, tutto sminuzzato finemente.
Ho aggiunto 1 uovo, prezzemolo, un po' di pangrattato e del parmigiano grattugiato, aggiustato di sale e pepe, mescolato bene il tutto perchè gli ingredienti si amalgamassero.
Con l'impasto ottenuto ho farcito le foglie di verza.
In una padella antiaderente ho messo a rosolare uno scalogno triturato con dell'olio d'oliva, aggiunto una scatoletta di polpa di pomodoro, sale e pepe, e lasciato cuocere qualche minuto.
Ho passato gli involtini nella farina e quindi adagiati nella salsa di pomodoro, fino a portarli a cottura.




L'intingolo è gustoso e profumato, il risultato è gradevole e delicato, quindi un'altra cena salvata e piatto sicuramente da ripetere.



Note: Il cavolo o verza, veniva usato, nell'antica Roma, per scacciare la tristezza e la malinconia, e i romani usavano mangiarli crudi anche per tamponare gli eccessi dell'alcool.
E' un concentrato energetico di Vitamine, ma anche di calcio, ferro, fosforo, potassio, magnesio...
Ha proprietà antinfiammatorie, cicatrizzanti, depurative.....
Il cavolo può essere considerato una pianta medicinale date le sue tante virtù terapeutiche.

lunedì 17 maggio 2010

Torta salata di pasta sfoglia

Una ricettina veloce veloce e sfiziosa...


Ingredienti:

2 Rotoli di pasta sfoglia
5 patate
4 cipolle
250 gr. di ricotta
150 gr. di prosciutto cotto
olio e sale

Procedimento

Tagliare il prosciutto cotto a cubetti, le patate a piccoli pezzi e le cipolle a spicchi sottili.
Mettere a scaldare l'olio in padella, versarvi poi le cipolle e farle rosolare per 10 minuti circa.
Aggiungere le patate, mescolando bene.
Cuocere il tutto per una mezz'ora, aggiungendo un po' di sale.
Intanto unire in una ciotola la ricotta al prosciutto cotto, mescolando bene per amalgamare gli ingredienti, se è il caso aggiustare di sale.
Stendere la sfoglia su una teglia tonda a bordi alti.
Riempire il fondo con la crema di formaggio e il prosciutto, aggiungere quindi le verdure rosolate, livellare bene il ripieno.
Ricoprire la torta con il secondo disco di pasta sfoglia, premendo bene sui bordi.
Cuocere nel forno preriscaldato a 180° per circa 30/35 minuti.
Decorare a piacere.

Note: L'idea iniziale era di preparare una pasta brisèe, ma essendo sempre acciaccata e dolorante, all'ultimo minuto ho optato per la pasta sfoglia già confezionata, ma direi che ci stava proprio bene.
Le patate e le cipolle, ingredienti poveri della nostra tradizione contadina, permettono di preparare torte saporite, se poi aggiungiamo salumi e formaggi diventano ancora più sfiziose.
Per la decorazione ho usato delle sottilette e delle fette di mortadella, ricavando con degli stampini delle forme a stella, e facendo giochi di sovrapposizione.




giovedì 13 maggio 2010

Istruzioni telaietto

Avendo avuto numerose richieste, per avere spiegazioni di come fare a lavorare con i telaietti, ecco che oggi, invece di cucina, mi occupo di questo.

I miei telaietti

Riuscire a spiegare il loro funzionamento per me non è facile, quindi vi mostro le spiegazioni che erano accluse.



Potete vedere due copertine,
lavorate con questi telaietti, che ho pubblicato, cliccando QUI


CLICCARE SULLE FOTO PER INGRANDIRE !!!

domenica 9 maggio 2010

Auguri mamma

I miei auguri a tutte le mamme...

con un dolce cuore di fragole e chicche di pasta sfoglia



Base di pasta sfoglia, ripiena di crema pasticcera (avrei voluto fare la crema chantilly ma non avevo panna), di fragole spennellate con gelatina di albicocche, e chicche (piccoli cerchi ) di pasta sfoglia spolverizzati con zucchero a velo.



Per finire non può mancare il simbolo della festa della mamma,
che ogni anno orna la mia casa.



Auguri Mamma, sei sempre nel mio cuore e ci rimarrai per sempre...
ti voglio tanto bene ♥♥♥

sabato 8 maggio 2010

Polenta pasticciata

Chi ha un ottimo rimedio contro l'influenza si faccia avanti... non ne posso proprio più, questa storia non ha fine.
Lasciamo perdere che è meglio... non è nel mio carattere lamentarmi, ma la mia pazienza comincia a lasciare a desiderare.
Ok! Parliamo invece di cibo, e precisamente della mia polenta pasticciata.




Anche a chi non ama particolarmente la polenta, come mia figlia, preparata così attira molto di più, e viene mangiata con gusto.



Ingredienti:

500 gr. di farina gialla

Per il ragù, trovate la ricetta QUI

Per la besciamella:

250 ml di latte
20 gr. di burro
20 gr. di farina
sale e noce moscata



Procedimento

Come spesso succede la quantità degli ingredienti è indicativa, in diverse preparazioni vado sempre ad occhio, ma sono convinta che ognuno di noi possa aggiustarsela al proprio gusto.

Ho iniziato preparando il ragù, dato che richiede una cottura abbastanza lunga, la cui ricetta la trovate QUI.

Ho preparato la polenta e stesa bene su un piano per lasciarla raffreddare, per poterla poi tagliare a fette non troppo spesse.

La besciamella, questa volta ho provato a farla al microonde.

Ho fatto sciogliere il burro in un contenitore adatto per 30 secondi a 750 watt di potenza.
Ho amalgamato la farina e fatto cuocere ancora per 20 secondi.
A questo punto ho aggiunto il latte e lasciato cuocere per 1 minuto.
Ho condito con noce moscata e sale, mescolato bene e lasciato cuocere per un'altro minuto.
Ho rimescolato bene la besciamella e rimessa nel microonde per altri 30 secondi.

A questo punto non mi è rimasto che assemblare il tutto.

Ho imburrato una pirofila, e iniziato a mettere uno strato di fette di polenta, ragù, besciamella e una generosa spolverata di parmigiano grattugiato, così ho proseguito a strati alterni, terminando con un po' di ragù mescolato alla besciamella e abbondante parmigiano.

Ho infornato a 180° per circa 30 minuti.

lunedì 3 maggio 2010

Dolce cioccolatino

Nonostante influenzata ho voluto rifare questo dolce che già avevo gustato ma non fotografato.
Se già non lo conoscete ve lo consiglio caldamente, perchè è veramente sublime, si scioglie letteralmente in bocca.



Per questa ricetta devo ringraziare l'ingegner Baldi che gentilmente me l'ha fatta conoscere, e con i suoi suggerimenti mi sono sbizzarrita nella presentazione, dalla solita torta... sono nati dei Dolci Cioccolatini.



Ingredienti

200 gr. di cioccolato fondente
200 gr. di burro
200 gr. di zucchero
4 uova
1 pizzico di sale
4 cucchiai di farina
zucchero a velo o cacao amaro

Procedimento

Sciogliere il cioccolato fondente in una pentola con l'aggiunta di quanche cucchiaio di acqua o latte.
Aggiungere il burro e lo zucchero sempre a fuoco acceso e amalgamare fino ad ottenere una crema.
Lasciare raffreddare una decina di minuti e anche più, incorporarvi i tuorli.
Montare gli albumi a neve e aggiungervi anche questi.
Aggiungere un pizzico di sale e la farina.
Versare il composto in una teglia foderata con carta forno (la torta è molto delicata e potrebbe spezzarsi nel toglierla dalla teglia) e mettere in forno a 180° per almeno 20 minuti circa.
Una volta fredda, cospargerla con zucchero a velo o cacao amaro, a seconda dei gusti.



Con questa ricetta partecipo alla raccolta "E adesso?!?... Ricicliamo le uova di Pasqua" indetto da Blog di cucina

sabato 1 maggio 2010

Così iniziò l'avventura...

Ciao, mi presento sono Milù...
e chi ne vuol sapere di più...
mi segua!


Così iniziò il 1° Maggio 2008 la mia avventura.

Un ringraziamento particolare a mio figlio, che vedendomi scalpitare per la mia forzata immobilità, anche se pur momentanea, mi convinse ad aprire il blog, e sapendo bene, la passione che metto in tutto ciò che credo, fu il mio primo sostenitore.


A distanza di due anni, non posso che essere soddisfatta della strada che ho fatto, accompagnata e sostenuta da tutti voi che ringrazio di cuore.
Nonostante la mia presenza altalenante, non mi è mai mancato il vostro incitamento ad andare avanti, e di questo ve ne sono immensamente grata.
Il mio unico cruccio, sapete bene, è sempre la mancanza di tempo e i mille problemi che mi perseguitano, non permettendomi di dare tutto ciò che vorrei, comunque vi assicuro che amo questa mia creatura che vedo crescere giorno per giorno, e come una mamma amorevole, continuerò a seguire per fare in modo che cresca sempre di più e sempre meglio!