martedì 28 giugno 2011

Nuova collaborazione e Blog Candy in scadenza

Oggi ho ricevuto una telefonata a scuola, da un corriere gentilissimo,  che m'informava di avere un pacco per me, dopo aver preso accordi me l'ha lasciato presso la mia abitazione. 
Un detto dice che "la curiosità è femmina" non sempre sarà vero... ma vi posso assicurare che non vedevo l'ora di rincasare per vedere di cosa si trattava. 
Finalmente arrivo a casa, e la prima cosa che ho fatto, forse l'avete già indovinato :) ho aperto al volo il pacco e meraviglia delle meraviglie, ho iniziato a tirar fuori un sacco di prodotti, che per un'amante della cucina, sono i regali più che belli che si possa ricevere.



Lo stampo Fette x fette di Formegolose, uno stampo da 6 per briochettes in silicone, tortiera apribile con 2 fondi, uno stampo per plumcake,  un coppapasta in acciaio con stantuffo, una tortiera cannellata,  uno stampo a forma di cuore, una confezione di 4 crostatine.
Ancora due giorni, poi finalmente iniziano le vacanze, chissà cosa riuscirò a combinare ?
Grazie


Leader di mercato in Italia e tra i protagonisti in Europa nella produzione di articoli da forno e, in particolare,  di stampi in acciaio con rivestimento antiaderente.
Guardini è creatività, tecnologia e qualità, al giusto prezzo.


RICORDO...
a tutti che sta per scadere il mio 1° Blog Candy, chi volesse ancora iscriversi e non l'ha fatto siete ancora in tempo ma siamo proprio agli sgoccioli...


Tengo a precisare che chi ha un blog e non ha esposto il banner non verrà incluso nel sorteggio, come chi mi lascia dei link che mi danno pagina inesistente... non ho obbligato nessuno ad iscriversi tra i miei sostenitori, e non lo farei mai, perchè mi piace essere seguita solo da chi veramente lo vuole per scelta personale, ma penso che almeno un minimo di regole si devono seguire! 
Ringrazio chi si è iscritto, domani aggiornamento...

sabato 25 giugno 2011

Parker rolls house - U.S.A.

Il sabato e la domenica, in genere sono i giorni in cui, essendo più libera, mi posso sbizzarrire facendo esperimenti in cucina.
Dopo il Cottage Loaf, oggi ho voluto provare con il: Parker rolls house, nato nel famoso albergo "Parker House" di Boston.


Come al solito la ricetta l'ho ripresa dal libro "Pane fatto in casa da tutto il mondo".

Ingredienti 

680 gr. di farina 00
250 gr. di latte intero
20 gr. di lievito fresco
90 gr. di burro
1 uovo
15 gr. di sale
10 gr. di zucchero
olio extravergine di oliva

Preparazione: 40 minuti + 1 ora e 30 minuti per la lievitazione - Cottura: 30 minuti

Procedimento

Tagliate 60 gr. di burro a pezzetti, fatelo fondere a fiamma bassissima,


quindi unite a filo il latte poi l'uovo, mescolando continuamente con una frusta per amalgamare bene gli ingredienti.

 

Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire.
Nel frattempo, versate 100 ml. di latte in una brocca, aggiungetevi lo zucchero e il lievito sbriciolato e fateli sciogliere mescolando con un cucchiaio di legno.


In una ciotola capiente setacciate la farina, 


fate la fontana e versate a filo il latte con il lievito;


impastate incorporando un po' di farina, poi aggiungete il composto di latte, burro, uovo e infine il sale.


Impastate gli ingredienti energicamente prima nella ciotola, 


poi sulla spianatoia.


Battete con forza  l'impasto diverse volte contro il piano di lavoro fino a quando non sarà diventato morbido ed elastico.
Ungetelo uniformemente con l'olio e sistematelo in una ciotola.


Coprite con un canovaccio umido e lasciate lievitare per 1 ora.


Trasferite l'impasto sulla spianatoia e stendetelo con il matterello.
Con un coltello affilatotagliate quattro strisce larghe 5 cm.


Fate fondere circa 30 gr. di burro, spennellate le forme e piegatele a ventaglietto.
Passate nuovamente il burro fuso in superficie e ponete a lievitare per 20 - 30 minuti lontano da correnti d'aria.


Ripetete l'operazione con tutte le strisce.
Cuocete in forno preriscaldato a 200°C per circa 30 minuti.



Nota: Per essere il primo esperimento mi accontento, anche se la forma la devo sicuramente migliorare...
... agli assaggiatori ufficiali il pane è piaciuto moltissimo, anche al più piccolo che oltretutto è il più severo dei giudici :)))

giovedì 23 giugno 2011

Schiacciata alle ciliegie

Per queste bellissime ciliegie devo ringraziare la dolcissima Martina che frequenta la mia scuola, perchè scommetto che ha stressato la mamma finchè non è riuscita ad averle per portarmele :)
Ed io vorrei offrirle un pezzo di questa schiacciata alle ciliegie, purtroppo solo virtualmente, perchè in questa casa non dura mai nulla...


Grazie anche a mamma Silvia!

Devo confessare che avevo inziato a mangiarle, mi piacciono troppo... ma poi all'improvviso ho deciso che avrei fatto questa schiacciata per la felicità di tutti!


Ingredienti


200 gr. di farina
100 gr. di zucchero 
2 uova intere
2 tuorli
125 gr. di burro
1 limone grattugiato
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
380 gr. di ciliegie

Procedimento


Ho lavato e snocciolato le ciliegie, cosparse con un po' di zucchero e messe a riposare.
Ho messo in una ciotola le due uova intere ed i due tuorli con lo zucchero, una puntina di sale e le ho montate bene;  ho aggiunto il burro, la farina ( io ho usato una miscela di farina e lievito  Molino Chiavazza), un limone grattugiato, e impastato bene il tutto.
Ho imburrato e infarinato una teglia  di 26 cm. vi ho versato l'impasto e sopra l'ho ricoperta di ciliegie


  
Cotta in forno preriscaldato e ventilato a 180°C per 30 minuti circa.


 Assaggiata che ancora era calda, la gola è gola, e meritava davvero!


Curiosità dalla rete...

Lo sapevate che... secondo uno studio della Michigan State University, una dieta ricca di ciliegie, tiene lontano l'infarto e le malattie vascolari in generale, in quanto questi frutti possiedono proprietà simili all'aspirina?
Altre proprietà terapeutiche sono:  contrastano l'ipertensione, forniscono Vitamina A e C  e reintegrano l'organismo d'importanti sali minerali come il potassio, il calcio, il ferro.

Questa ricetta partecipa al Contest "Una tira l'altra" di Zampette in Pasta"



lunedì 20 giugno 2011

Braciole alla "Meme" per Contest

Con questo piatto partecipo al Contest " COOK WITH MY ART" indetto da Roberto Murgia che festeggia i tre anni dalla nascita del suo blog.

Le regole prevedono la preparazione di un suo piatto, dolce o salato, pubblicato nel suo blog, ed io ho scelto queste Braciole alla "Meme"



Naturalmente vi riporto in modo integrale la ricetta di Roberto che potrete trovare anche QUI

Ingredienti:
  • 300 gr di fettine di manzo sottile tipo carpaccio
  • 90 gr di formaggio grattuggiato
  • 40 gr di mollica grattuggiata
  • Prezzemolo tritato
  • Sale
  • Pepe
  • Olio ev.
Procedimento:

Miscelare alla mollica il formaggio, il sale, il pepe e l'olio ev. Formare una miscela leggermente umida. Stendere le fettine di carne metterci dentro un cucchiaio di composto, piegare i lati su se stessi e arrotolare bene in modo da formare degli involtini ben compatti. Infilare 4 o 5 involtini in ogni spiedino.
Cuocere sulla piastra e servire caldi.
Io li ho accompaganti con un contorno di novelle al ghee e rosmarino.


Nota: Non avendo a disposizione delle patate novelle ho ridotto a cubotti (anche irregolari) quelle che avevo in casa al momento.



domenica 19 giugno 2011

Bruschettiamo? Terremoto permettendo...

Questo post nasce tra una scossa di terremoto e l'altra... tanta paura... mille pensieri che vagano nella mia mente...

Pane del giorno avanti acquistato al forno e rimasto nella dispensa, peperoni in frigo, zucchini arrivati belli freschi dall'orto... voglia di bruschette, allora perchè no? Bruschettiamo!


Vi racconto molto velocemente come le ho fatte, non sto a mettere la quantità degli ingredienti che ognuno può personalizzare.

Ho fatto rosolare dolcemente una cipolla in una padella antiaderente con un filo d'olio evo,  ho tagliato i peperoni a striscioline e gli zucchini a rondelle, naturalmente dopo averli ben lavati e puliti, e lasciato rosolare ancora qualche minuto.
Ho messo della 'nduja e lasciata sciogliere lentamente, poi ho aggiunto della polpa di pomodoro, un po' di basilico, aggiustato di sale e pepe (attenzione, regolarsi perchè la 'nduja è piuttosto piccante!) ed ho portato a termine la cottura.
Intanto ho abbrustolito delle fette di pane, le ho strusciate con uno spicchi d'aglio e condite con le verdure preparate, un filo d'olio evo e buon appetito.


Nota: La 'nduja ha conferito a questo semplice piatto una marcia in più, le bruschette sono andate letteralmente a ruba... unico neo, è che dove abito io non la trovo d'acquistare facilmente, ma forse ora ho scoperto un sito dove fanno vendite online di questo prodotto, e sicuramente ci farò un pensierino...


La 'nduja è un salame piccante spalmabile,  prodotto con carne di maiale, sale e peperoncino essiccato naturalmente. 
Il peperoncino, ingrediente principale, oltre che dare sapore garantisce anche la conservazione.
Questo prodotto si può trovare sia in barattolo che confezionato in budello naturale.

venerdì 17 giugno 2011

Crema al mascarpone con ribes e...

 Presentazione veloce per un dolce fine pasto...


Ho iniziato il conto alla rovescia per arrivare al 30 giugno, quando finalmente gli impegni scolastici mi termineranno ed inizieranno le vacanze, con la speranza di rallentare le corse quotidiane, di poter portare avanti le mille cose che ho in sospeso, di essere più presente nel mio e nei vostri blog dove ultimamente sono latitante.
Intanto vi lascio questa veloce e semplicissima crema al mascarpone che ho preparato usando gli Accessori di Atmosfera Italiana

Ingredienti


250 gr. di mascarpone
2 uova
50 gr. di zucchero a velo vanigliato
biscotti wafer alla vaniglia
ribes 


Procedimento

Separare i tuorli dagli albumi, aggiungere a questi lo zucchero a velo vanigliato e montare bene il tutto fino a renderli chiari e spumosi.
Amalgamare a questo composto il mascarpone, lavorare con una frusta fino ad ottenere una bella crema, a cui si può aggiungere a piacere del liquore (io non l'ho aggiunto perchè il mio nipotino era già pronto per l'assaggio).
Montare a neve ferma gli albumi, incorporarli delicatamente alla crema facendo attenzione che non si smontino.


Lavare bene il ribes, tagliare a piccoli quadratini i biscotti wafer alla vaniglia ed ecco che siamo pronti per assemblare il tutto; in questo caso, io ho usato le vaschette modello Pagoda e bicchierini finger food di Atmosfera Italiana.

Usando una sac a poche con bocchetta rigata, riempire con la crema le vaschette, alternando strati di wafer e di ribes.
Lasciare riposare in frigo per qualche ora.


Note: I contrasti di sapore e consistenza, dati dalla morbidezza e la dolcezza della crema, dal sapore asprigno del ribes, dalla fragranza dei wafer, sono una piacevolissima sorpresa tutta da gustare!



Partecipo al Gioco online di Atmosfera Italiana

martedì 14 giugno 2011

Cecina

Era un po' che non accadeva, era troppo bello per durare... la linea Adsl del mio paese è vecchia e malandata e spesso e volentieri ci abbandona, ed è quello che è successo in questi giorni, ma fortunatamente questa volta la Telecom ha risolto il guasto piuttosto velocemente ed eccomi qua!
Meglio non perdersi in chiacchere e  pubblicare  sperando vada in porto... e vi mostro velocemente la Cecina, che ho provato a fare per la prima volta l'altra sera, dato che piace molto ai miei figli e avendo in casa la farina che mi aveva mandato  Molino Chiavazza, ho sfornato questa...



Ingredienti

300 gr. di farina di ceci 
1 litro d'acqua
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe


Procedimento

Ho setacciato la farina di ceci, io ho usato Molino Chiavazza,  nel Keenwood,


ho aggiunto 1 litro d'acqua, poco alla volta, frullando il tutto per eliminare eventuali grumi che si vengono a creare.
Ho ottenuto una pastella fluida che mescolandola mi velava il cucchiaio.
Ho aggiunto 2 cucchiai d'olio evo, amalgamato bene e aggiustato di sale, lasciando poi riposare il tutto per circa 6 ore, mescolando ogni tanto.
Ho foderato le teglie con carta da forno, bagnata, strizzata e unta con olio,


versato la pastella nelle teglie, lo spessore non deve superare i 5 mm., cercando di eliminare la schiuma che si forma in superficie.
Ho messo a cuocere in forno preriscaldato e ventilato a 250° C. per 15 minuti circa, quindi ho dorato la superficie accendo il grill per 2/3 minuti.


Servito in tavola...






venerdì 10 giugno 2011

Peperoni ripieni di salsiccia e patate

Ed ecco la mia cena di ieri sera, preparata all'ultimo minuto, perchè molto spesso non riesco a mettermi ai fornelli ad un'orario decente, e dato che non era velocissima da farsi, abbiamo mangiato piuttosto tardi, ma ne è valsa la pena.


La mia casa è sempre stata piena di libri e riviste di cucina, oltre che di quaderni vecchi e consumati dal tempo, sia miei, che di mia mamma e di mia suocera, quindi per me preziosi,  perchè racchiudono un sacco di ricordi e profumi di una volta...ed ora dato che rischio di trovarmeli anche sotto il letto, cerco di non acquistarne più, grazie anche alla possibiltà che offre la rete di trovare tutto ciò che si desidera.

Sfogliando un libretto di ricette, ho trovato questa che mi ha subito attratta e mi sono messa all'opera.

Ingredienti


4 Peperoni tondi rossi e gialli
250 gr. di patate
250 gr. di salsiccia
1 uovo
1 scalogno
1 rametto di rosmarino
parmigiano reggiano
vino bianco secco
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe


Procedimento

In una pentola con l'acqua in ebollizione, ho messo a cuocere le patate per circa 35 minuti.
Ho tritato finemente lo scalogno e messo a rosolare in padella con un filo d'olio per 2-3 minuti . 


Ho alzato la fiamma, unito la salsiccia sbriciolata, priva del budellino, e gli aghi di rosmarino tritati.


Ho proseguito a rosolare per altri 5 minuti, irrorato poi con vino bianco, e fatto evaporare.
Ho quindi passato allo schiacciapatate le patate, riducendole a purè, ho unito la salsiccia rosolata, il parmigiano reggiano grattugiato, l'uovo, sale e pepe.


Ho mescolato bene, in modo da ottenere un composto bene amalgamato.
Ho lavato i peperoni, asciugati, tagliata la calotta superiore e staccata.
Ho eliminato i semi ed i filamenti, distribuito il ripieno all'interno dei peperoni.

 
Li ho messi in una teglia da forno, conditi con pochissimo olio, rimesso la calotta con il picciolo su ciascun peperone.


Li ho cotti nel forno preriscaldato a 180°C per circa 45 minuti.


Impiattati e buon appetito!


Note: E' un secondo rustico buono da servire anche freddo.
Per chi ama la cucina vegetariana, si può sostituire la salsiccia con la stessa quantità di ricotta, aggiungendo un po' d'aglio e maggiorana.

Abbinamento proposto: un vino rosato piemontese, piacevolmente rustico e vivace,  Freisa Albachiara.

martedì 7 giugno 2011

Red and White

Una domanda sorge spontanea, perchè questo nome... Red and White?
Premetto che non conosco l'inglese, salvo qualche rarissima parola che ho imparato ultimamente, confesso che mi piacerebbe molto conoscere bene questa lingua, dato che ovunque è quella che va per la maggiore, ma chissà che prima o poi nei ritagli di tempo... o meglio quando riuscirò a trovarli, non riesca a studiarla?

Il rosso e il bianco sono i due colori predominanti di queste composizioni, quindi la fantasia si è soffermata su questo nome...



Red and White


Una semplicissima, veloce, fresca idea da poter gustare in ogni occasione...


Sia ingredienti che preparazione si possono notare facilmente anche dalle foto.
Ho usato dei pomodorini Pachino ed orecchiette di mozzarella per assemblare l'omini, fermandoli poi con una forchettina.
Nel piattino, vassoio Finger Food, ho creato un fiore usando fettine di bresaola, che ho farcito con del Philadelphia, chiudendole poi a forma di petalo. 
Con una orecchietta di mozzarella ho fatto il centro, aggiungendovi sopra dei ciuffetti di maionese, e con mezze di queste, le parti terminali dei petali.
Non avendo in casa dell'insalatina, ho rimediato adagiando il fiore in un verde prato di salsa verde, che avevo fatto poco prima.
Per questa salsa verde ho frullato: prezzemolo, aglio, filetto d'acciuga, capperi, tonno, uovo sodo, ed ho sostituito i sottaceti che in genere metto, con del pane bagnato nell'aceto e ben strizzato, naturalmente sale, pepe ed olio d'oliva.

Ed ecco che escono fuori i miei piatti, fatti quasi sempre con la massima semplicità e velocità, alla portata di tutti! :) 


Per questa preparazione ho usato accessori Finger Food di Atmosfera Italiana


quindi partecipo anche al Gioco online di Atmosfera Italiana.