lunedì 20 agosto 2012

...e la festa prosegue alla Macchia Antonini

Questa domenica, abbiamo trascorso una giornata, oltre che caldissima, anche intensa, passando da una festa all'altra... esco molto raramente, ma quando lo faccio cerco di sfruttare le occasioni che mi vengono offerte.
Considerando che oggi c'era anche la più vecchia festa popolare del Comune, alla Macchia Antonini, ed erano tanti anni che non andavo ne ho naturalmente approfittato.
Questa località, è una vasta zona boschiva dove alle foreste si alternano ampie e soleggiate praterie, e il nome deriva dal proprietario, che lasciò queste terre ad un ente benefico costituito appositamente.
La Festa è nata nel 1827, a seguito di un lascito testamentario  dell'ingegnere Pellegrino Antonini, ricchissimo proprietario terriero di Pistoia.
Nelle innumerevoli e dettagliate disposizioni testamentarie vi è l'obbligo di istituire, ogni anno e in perpetuo,  una festa popolare in suo onore nella domenica più vicina al 20 di agosto.
(notizie prese dal Sito Ufficiale del Comune di Piteglio)

Ed ecco alcune foto...
 
La cappella dove riposa Pellegrino Antonini
Bancarelle sparse ovunque...
Non mancavano crepes alla nutella...
... ma neppure i famosi Brigidini di Lamporecchio
Innumerevoli  persone che cercavano un po' di fresco sotto gli alberi...
 

La fattoria in fase di ristrutturazione...

Distributori di acqua per passanti...
Folla in cerca di fresco anche lungo la strada...
Quasi impossibile trovare un parcheggio, solo facendo diversi km
 a piedi...
E' l'ora di tornare a casa... del fresco neppure l'ombra, ma è stata comunque una bella giornata trascorsa, come sempre, in piacevole compagnia.


Nessun commento:

Posta un commento