domenica 17 agosto 2014

Candele profumate fatte in casa

In questi giorni sono stata massacrata da un virus e febbre alta, vani i tentativi per abbassarla, era tanto che un malanno non mi costringeva a letto in condizione pietose,  oltretutto proprio il mese d'agosto... sto cercando di recuperare forze ed energie, ma non è affatto semplice come credevo...
Prima di ammalarmi avevo iniziato un esperimento, e chi ormai mi conosce, sa che pubblico solo e sempre dopo aver sperimentato di persona, sia si tratti di un piatto che di qualsiasi altro lavoretto.
Questo il primo esperimento...

Con la nascita della mia nipotina, mi sono ritrovata diversi vasetti di vetro, ed io con la mia mania del riciclo, ho iniziato a pensare come sfruttarli, magari utilizzandoli anche a scuola con i bambini.
Avevo sentito parlare di candele fatte in casa, di tipo gelatinose, e naturalmente ho voluto provare a farle. 
Ci sono sicuramente altri materiali da poter usare, ma il mio esperimento è stato con lo Strutto (quello che si trova in vaschette nei supermercati e serve anche per friggere o insaporire paste salate). 
Dopo aver sciolto lo strutto, lo dovevo colorare... ero convinta di avere in casa dei pastelli o tempere ad olio, che sarebbero potuti andar bene, ma li avevo finiti, ...  lo strutto era ormai sciolto, di casa non mi potevo muovere, senza perdermi d'animo ho fatto un tentativo, mescolando una normale tempera con un po' di olio d'oliva.
Il risultato della colorazione non era il massimo, ma come prova poteva andare bene, non ho aggiunto neppure l'essenza profumata, volevo verificare che non avesse odori sgradevoli, trattandosi di grasso animale. 
Ho acceso la candela e lasciata bruciare per constatarne la durata...

Ed ecco finalmente le mie candele profumate...

Per fare queste ho usato sempre lo strutto, questa volta però colorandole con tempera ad olio ed aggiungendo anche delle essenze profumate.
Ho cercato di rendere il vasetto più grazioso, usando sempre materiali da riciclo che avevo in casa, trine, nastrini, bottoni, rete... 
Questa può essere un'idea carina, semplice e veloce,  per fare dei pensierini nelle varie occasioni... e perchè no, un lavoretto da fare anche a scuola con i miei bambini.


Queste candele gelatinose hanno la durata di circa 24 ore, non fanno fumo, non emanano odori sgradevoli, come si potrebbe pensare vista la presenza dello strutto, non anneriscono neppure il vetro che le ospita.
Visto che sono soddisfatta del risultato ottenuto, lo condivido volentieri.

10 commenti:

  1. Cara Milù, vedo che sei brava in tutto!!!
    Perfino costruendo candele profumate.
    Non posso che dirti forte! BRAVA!!!
    Ciao e buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Idea interessante!! Non avrei mai pensato alle candele con lo strutto..
    Grazie per aver condiviso!
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Ottimo risultato e idea da copiare. Bravissima Milù!!!!

    RispondiElimina
  4. ottima idea e poi tutta naturale!!
    mi sa che cercherò di farla
    un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  5. si può usare il colorante alimentare????

    RispondiElimina
  6. una domanda : lo strutto non emana un odore sgradevole se tenuto fuori dal frigo?

    RispondiElimina
  7. Ciao! Io le ho fatte ma ho riscontrato un problema... Se spengo la candela per accenderla il giorno dopo poi non si riaccende più, dove può essere l'errore?

    RispondiElimina
  8. a me non si consumano e lo stoppino si spegne

    RispondiElimina
  9. Una domanda:
    Ma non si scioglie vero perche al tatto rimane piu morbida che la cera

    RispondiElimina
  10. Una domanda:
    Ma non si scioglie vero perche al tatto rimane piu morbida che la cera

    RispondiElimina