mercoledì 26 marzo 2014

Crema di carote al curry con fave

Dopo una settimana di sole e caldo, convinti che fosse arrivata la primavera, ci siamo dovuti ricredere... vento, pioggia, le temperature in ribasso, in alcuni luoghi la neve, fanno desiderare piatti caldi e cremosi, ed io ho approfittato per provare questa crema che ho trovato su di una rivista.

Crema di carote al curry con fave



Ingredienti

800 gr. di carote novelle
400 gr. di fave sgranate
2 cipollotti
brodo vegetale
40 gr. di riso per minestre
1 pizzico di curry
30 gr. di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di semi di sesamo
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale e pepe

Procedimento

Raschiare le carote e tagliarle a rondelle.
Pulire e affettare i cipollotti.
Tenere da parte 1 cucchiaio della parte bianca.
Cuocere le carote e i cipollotti con 1 litro di brodo a fuoco dolce per 5 minuti.
Aggiungere il riso e proseguire per 20 minuti.
Scottare le fave in acqua bollente per pochi istanti, scolarle ed eliminare la pellicina.
Tritare il cipollotto tenuto da parte, rosolarlo con poco olio, aggiungere le fave, 3-4 cucchiai di acqua e un pizzico di sale.

Mescolare ancora, coprire la casseruola con il coperchio e cuocere le fave per 4-5 minuti a fuoco moderato.
Nel frattempo, frullare la minestra di carote e riso con il frullatore ad immersione; aggiungere poi il formaggio grattugiato, il curry e l'olio rimasto e frullare ancora una volta fino ad ottenere una crema morbida e omogenea. 
Se la crema risultasse troppo densa, diluirla a piacere con 1-2 mestolini di brodo vegetale.
Tenere la crema di carote al curry in caldo, coperta, intanto, versare i semi di sesamo in un padellino antiaderente e tostarli senza l'aggiunta di condimenti.
Suddividere la crema di carote al curry in ciotole individuali, completare ogni porzione con le fave stufate, al centro, spolverizzare con pepe e infine cospargere la superficie con il sesamo tostato. 
Servire calda.

Sarà che in famiglia piacciono molto le creme di verdura, che piacciono pure le carote, ma questo piatto è stato apprezzato per la sua delicatezza.
Risultato positivo, quindi da ripetere sicuramente.

martedì 25 marzo 2014

Mini sandwich di scamorza

Gli antipasti ed i primi piatti sono sempre stati i miei preferiti, e forse si nota anche navigando nel blog... ed ecco quindi, che anche in questo post pubblicherò dei croccanti bocconcini da servire come antipasto.

Ingredienti

2 baguette leggermente rafferme
300 gr. di scamorza affumicata
4 uova
pangrattato
farina
1 rametto di salvia 
olio di semi di arachidi
sale e pepe in grani

Procedimento

Tagliare il pane in fettine di circa 1/2 cm. 
Privare della crosta la scamorza e ridurla in fettine poco più piccole del pane.
Sgusciare le uova in una ciotola e sbatterle con un pizzico di sale e una macinata di pepe.
Immergere velocemente uno alla volta, i dischetti di pane nelle uova sbattute bagnandoli su entrambi i lati.

Disporre sopra un dischetto una fettina di scamorza e coprirla con un altro dischetto di pane passato nell'uovo.
Passare il piccolo sandwich ottenuto prima nella farina, 
poi ancora nelle uova sbattute, 
infine nel pangrattato, facendolo aderire bene.


Ripetere le stesse operazioni in modo da ottenere altri sandwich quindi friggerli, pochi alla volta, in una padella larga con abbondante olio bollente.
Quando saranno dorati e croccanti su entrambi i lati, scolarli su carta assorbente da cucina e salarli.
Lavare ed asciugare le foglie di salvia.
Passarle nell'uovo sbattuto rimasto e poi nel pangrattato, friggerle per qualche istante nell'olio bollente, 
Scolarle su carta assorbente da cucina e servirle calde con i mini sandwich. 

Tartare di asparagi, uova e avocado

Senza perdermi in chiacchiere, vi presento al volo questo delizioso antipasto primaverile, che ho scovato su di una rivista e provato a fare al volo...



Ingredienti per 4 persone

800 gr. di asparagi
1 avocado maturo, ma sodo
2 uova sode
1 cucchiaio di senape 
1 limone
30 gr. di capperi sotto sale + aceto
1 ciuffo di prezzemolo
1 spicchio d'aglio
2 caprini di latte vaccino
erba cipollina
olio extravergine di oliva
sale e pepe

Procedimento

Dissalare i capperi sotto acqua fredda corrente, metterli a bagno per 10 minuti in acqua e aceto, sgocciolarli, strizzarli e tritarli, intanto pulire gli ortaggi, eliminando la parte legnosa dei gambi.
Spellare la parte dei gambi rimasta con un pelapatate e lessarli per 3-4 minuti in abbondante acqua bollente salata.
Sgocciolarli direttamente in un vassoio con acqua e ghiaccio, perchè mantengano il colore.
Sgocciolarli ancora su abbondante carta da cucina e tagliarli a pezzettini o a rondelline.
Pulire l'avocado, incidendolo a metà, nel senso della lunghezza, con un coltello affilato.
Ruotare le due metà per separarle ed eliminare il nocciolo e la buccia.
Tagliare la polpa a dadini ed irrorarla con il succo di mezzo limone.
Riunire in una ciotola asparagi, avocado, capperi e le uova sode sgusciate e tagliate a pezzettini.
Preparare il condimento con 0,5 dl di olio, la senape, l'aglio tritato con il prezzemolo, poca erba cipollina tagliuzzata, sale e pepe, mescolare bene per ottenere una salsina emulsionata.
Aggiungere i caprini ridotti a ciuffetti nella ciotola con i vegetali, irrorare con la salsina preparata e mescolare con molta delicatezza.
Posizionare il tagliapasta al centro di un piatto individuale, disporre all'interno 1/4 della tartare preparata e premi leggermente con il dorso di un cucchiaio.
Sfilare il tagliapasta e procedere allo stesso modo per creare altre 3 tartare.
Servire decorando a piacere con puntine di asparagi disposte sulla superficie delle tartare e steli di erba cipollina.



venerdì 21 marzo 2014

Torta al limone... con un po' di pensieri...

Oggi era una splendida giornata calda, di sole, l'ideale per una bella passeggiata, che sarebbe stata salutare e avrebbe risollevato anche il morale, invece ecco dove mi sono dovuta recare...
... nulla di grave... solo un noioso esame clinico che avrei evitato volentieri, ma dopo mesi di attesa per avere l'appuntamento, oggi mi sono dovuta far coraggio e presentarmi in Ospedale.
Spesso non è la paura per l'esame che ti blocca, quanto il pensiero, la preoccupazione del verdetto che ti verrà dato.
In cuor mio, immaginavo già la sentenza che mi sarebbe stata data, forse per questo avrei rimandato volentieri all'infinito il momento di presentarmi... dovrò fare un piccolo intervento che anche se semplice mi mette angoscia, forse perchè si tratta pur sempre di un'operazione in anestesia, forse perchè non riesco più a fidarmi completamente dei medici, delle strutture... forse forse è meglio che invece di angosciare anche voi che leggete, vi descriva la torta che ho preparato alcune sere fa...
Torta al limone


Ingredienti

1 Pan di Spagna
200 gr. crema pasticcera
200 gr. lemon curd
Limoncello
3 limoni non trattati
30 gr. burro
50 gr. zucchero di canna
200 gr di panna montata
foglioline di menta

Procedimento

Lavare due limoni, asciugarli e tagliarli a fette molto sottili.
Disporre le fette di limone, sulla placca foderata con carta forno bagnata e strizzata, spennellarle con burro fuso raffreddato, spolverizzare con lo zucchero di canna e passarle sotto il grill già caldo, per circa 5 minuti o finchè risulteranno leggermente caramellate.
Amalgamare alla crema pasticcera il lemon curd, mescolando con una frusta, per evitare grumi, e grattugiare la scorza del terzo limone, che verrà amalgamata alla panna montata.
Dividere il pan di spagna in due o tre strati, spennellarlo con un po' di limoncello e farcirlo con la crema al limone preparata.
Completare la torta con l'ultimo disco di pan di spagna, anche questo bagnato di limoncello, e con la panna montata profumata al limone.
Guarnire la torta con le fette di limone caramellate, aggiungere qualche foglia di menta fresca.
Se amate il limone questa torta fa per voi!
Note.  Chi è interessato alla ricetta del pan di spagna, che in genere uso io, potete trovarla cliccando  QUI
Chi desidera la ricetta della crema pasticcera, o della bagna al limone, più adatta del limoncello, nel caso in cui la torta debba essere servita anche a dei bambini, cliccate   QUI
Le foglioline di menta purtroppo non le ho potute mettere perchè sprovvista

lunedì 10 marzo 2014

Insieme a Firenze...

E' passato quasi un mese dal mio ultimo post, mi dispiace ma diversi problemi mi hanno tenuta lontana dal blog.
Stasera, anche se con la morte nel cuore, per aver ricevuto una notizia che mi ha sconvolto... un detto dice: "finchè c'è vita c'è speranza"... ma purtroppo  per una mia amica non ci sono più speranze, ci ha lasciati quasi all'improvviso, tra lo stupore e l'angoscia di tutti, ho deciso di pubblicare una giornata trascorsa in compagnia di altre meravigliose amiche.
Ieri, anche se ancora stento a crederlo, mi sono ritrovata a Firenze con un gruppo di amiche virtuali, conosciute  in un forum di creative.
Abbiamo trascorso una bellissima giornata, ed è stato come se ci fossimo sempre conosciute... le tante chiacchiere e risate, hanno trasformato questa semplice domenica di marzo, oscurando i mille pensieri della vita quotidiana, regalandoci gioia e serenità.
Alcuni scatti per voi...