mercoledì 11 febbraio 2015

Oggi a scuola... un dolce Carnevale

Dopo aver sperimentato le mascherine dolci di carnevale insieme ai miei nipoti, oggi a scuola, come avevo promesso ai bambini le abbiamo preparate.
I bambini all'opera... e colmo dei colmi, dopo che mi ero preparata anche un biglietto, per ricordare tutti gli ingredienti e strumenti da portare a scuola, al momento di spennellare le mascherine, mancava il pennello che naturalmente mi ero dimenticata a casa... Non ci siamo però persi d'animo, ed abbiamo usato un pennello nuovo che in genere usiamo per le tempere...
I bambini distribuiscono le codette sulle mascherine, ma ogni tanto un assaggio non manca...
Il nostro piano di lavoro...
Il mio mitico fornetto, compagno  negli anni di tante avventure,  che ormai è diventato di proprietà della scuola...
Parte della nostra produzione...
Dopo essersi abbuffati a scuola, un piccolo pensierino da portare a casa...
Considerato che nella teglia stavano massimo 6 mascherine, ed i bambini erano numerosi, il lavoro è stato lungo e supportato da tanta la pazienza... tra una sfornata e l'altra i piccoli si sono dati da fare per preparare vari lavoretti sul carnevale...
Domani festeggeremo il Carnevale con musica, balli, canti, e magari con qualche golosità ... 


martedì 10 febbraio 2015

Mascherine dolci di carnevale con pasta sfoglia

Oggi sono tornata a casa da scuola, più stanca del solito, il mal di testa e un raffreddore tremendo mi facevano desiderare solo un letto caldo e accogliente, ma avevo deciso di fare un esperimento che poteva servirmi anche proprio per la scuola.
Considerando che avevo anche i miei due nipotini, quale occasione migliore per pasticciare?


Mascherine dolci di carnevale con pasta sfoglia



Ingredienti


1 rotolo di pasta sfoglia
1 uovo e un po' di latte
zucchero a velo q.b.
decorazioni per dolci

Procedimento

Per prima cosa sono state disegnate le mascherine su di un cartoncino lucido e ritagliate.
E' stata messa la sagoma della mascherina sulla sfoglia e con un coltello ritagliato la pasta.
In una teglia foderata di carta forno, sono state adagiate le mascherine ottenute, spennellandole con un uovo battuto e un po' di latte.
Cosparse di zucchero a velo e decorate con codette arcobaleno e codette al cacao.
Le mascherine sono state infornate a 200° per circa 10 minuti, la superficie deve essere ben dorata.

I miei piccoli Chef al lavoro...
Matteo è cresciuto... riesce ad essere veramente in gamba, preciso e pignolo come la nonna
La piccola Martina è tutto uno spettacolo...
... è la prima volta che usa il mattarello e l'è piaciuto moltissimo, per poco non l'ha dato in testa al fratello, a cui serviva ed ha tentato di prenderlo dalle sue manine laboriose...
Ogni tanto cercava d'assaggiare la pasta, una mano sul mattarello, perchè non glielo portassero via, e l'altra in bocca per assaporare quello che stava facendo...
Pronte le mascherine da infornare...
Ed ecco la piccola produzione del nostro esperimento...

Devo dire che una delle mie, ormai tante, giornate non delle migliori, si è trasformata... serenità, complicità, allegria, e tanta felicità, nel vedere i due fratellini che lavoravano uniti, udendo le loro risate cristalline, sono riusciti a farmi dimenticare tutti i miei problemi... e mi auguro, che un domani, questa nonna severa ma anche un po' bambina, sia per loro un tenero piacevole ricordo

domenica 8 febbraio 2015

Tagliatelle al pomodoro e zenzero

Ancora un'altra semplice e veloce ricetta, con  protagonista lo zenzero.


Tagliatelle al pomodoro con zenzero


Ingredienti

Tagliatelle
olio extravergine d'oliva
cipolla
pomodori maturi
basilico
sale - pepe
peperoncino
zenzero

Procedimento

Tritare la cipolla e metterla in una padella con olio extravergine d'oliva caldo e fare appassire dolcemente.

Preparare i pomodori maturi...
... unirli in padella insieme alla cipolla rosolata, salare e pepare
Lasciare cuocere per circa 15 minuti.
Scolare le tagliatelle, saltarle in padella, aggiungendo un po' di peperoncino e lo zenzero grattugiato nella quantità desiderata. 
Versare un filo d'olio, un po' di basilico e servire in tavola
Ecco lo zenzero, 
che da poco ho iniziato ad usare ma confesso che mi piace...

venerdì 6 febbraio 2015

Ricotta fresca fatta in casa

Dopo aver fatto il formaggio, con il siero che ho conservato, ho provato a fare anche la ricotta.



Per la ricetta ho seguito sempre la bravissima Rossana, che in quella del formaggio, consigliava di conservare il siero per chi voleva fare anche la ricotta.

Ingredienti

1,5 l di siero (lo scarto dopo aver fatto il formaggio)
1 l di latte intero
1/2 di succo di limone
1 cucchiaino di sale fino

Procedimento

Mettere in una pentola il siero,  il latte e portare ad ebollizione.
A questo punto, aggiungere il succo di limone, mescolare, mettere il sale e  cuocere per 15 minuti.
Spegnere il fuoco e fare raffreddare.
Scolare il composto, usando un tovagliolo bianco di cotone, raccogliere poi la ricotta mettendola in un cestino pressandola bene.
Si può consumare subito o conservare in frigo in carta forno umida.





Una ricetta semplice, veloce,  per una ricotta buonissima!

Formaggio al peperoncino fatto in casa

Era da tanto che mi sarebbe piaciuto provare a fare il formaggio, la ricotta... navigando in internet si trovano diverse ricette, molte sono simili, ma questa mi ha colpita per la semplicità, la chiarezza ed i consigli riportati .


 Formaggio al peperoncino fatto in casa senza caglio


 Per fare questo formaggio ho seguito la ricetta di Rossana e  potete trovare nel suo blog Le nostre ricette di casa, le ricette di Rossana la spiegazione dettagliata con foto, ma non solo, ci sono anche un sacco di consigli!


Ingredienti

2 litri di latte intero fresco
il succo di 2 limoni (circa 100 ml)
1 cucchiaino di sale fino

Procedimento

Portare il latte a bollore, aggiungere il succo di limone , poi il sale.
Continuare a far cuocere per altri 5 minuti.
Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare nella pentola di cottura senza toccare, nè girare.
Fare scolare il siero in un colino a buchi stretti o in una garza per 5 minuti. (conservare il siero se si vuole provare a fare anche la ricotta)
Ora si può aromatizzare il formaggio, aggiungendo a piacere, peperoncino, basilico, noci, pistacchi, pepe, rucola, erba cipollina, olive...
Mettere il tutto in una formina facendo pressione per compattare.




Note. Io ho usato un colino a buchi stretti, ho aromatizzato il formaggio con dell'ottimo peperoncino che mi ha regalato la mia collega, ed ho usato un cestino della ricotta per compattarlo. Dopo pochi minuti, l'ho tolto dalla formina, e come consigliato da Rossana, avvolto in carta forno bagnata e riposto in frigo.
Ieri sera, a cena, l'abbiamo assaggiato, e devo dire che ha avuto molto successo, è sparito al volo. Lo rifarò sicuramente variando gli aromi.
Ho conservato il siero e così ho potuto provare a fare anche la ricotta... grazie Rossana!

domenica 1 febbraio 2015

E nel tempo libero... uncinetto, riciclo...

E... passata la tempesta, 
il sole è tornato a risplendere fuori e dentro di me.
Popiglio, il mio paese... 
dopo la neve, una splendida giornata di sole.

In questo post, racchiuderò alcuni lavoretti che avevo fatto, ma non ero riuscita ancora a pubblicare...