lunedì 13 novembre 2017

Piove sempre sul bagnato...ma mai arrendersi!

Quel sabato sera che ti  sei sentito male, mi è crollato il mondo addosso...la paura di ciò che  stava succedendo,  si confondeva con la preoccupazione al pensiero che in quel momento eri tu ad aver bisogno di aiuto, il mio braccio destro...o meglio il mio braccio sinistro, sempre al mio fianco da 45 anni, fino a diventare la mia ombra dal 1 maggio dello scorso anno quando sono stata male io. Ho spesso sentito rammentare il detto” Piove sempre sul bagnato” forse è piuttosto veritiero...da tempo ormai la nostra famiglia è stata presa di mira dalla sfortuna,  Quella sera che poi ti hanno ricoverato in ospedale, ero talmente preoccupata per te, per me, per i nostri figli e nipoti, che non so come, ma sono riuscita a trovare dentro di me una forza inaudita che non avrei mai immaginato di avere. Sapevo che dovevo contare solo su me stessa, non potevo chiamarti in aiuto, quindi mi dovevo arrangiare come meglio potevo..ho dovuto sospendere le terapie e trascorrevo le mie giornate cercando di fare le pulizie, preparando da mangiare, cercando di aiutare anche i nostri cari,
Tu in ospedale che ti preoccupavi per me, io a casa a preoccuparmi per te... quando venivo a farti visita, mi  osservavi , mi scrutavi per vedere se stavo bene e ti dicevo la verità ,  mi guardavi se ero migliorata nel camminare,mi accarezzavi la mano per vedere se reagiva o se ne stava sempre immobile
Ciò che mi è successo non ha cambiato solo la mia vita, non è  stato un enorme dolore solo per me, ma con il tempo mi sono resa conto che anche  tu non ne hai sicuramente sofferto  meno.
Il giorno che sola soletta, forse con la forza della disperazione, sono riuscita a grattugiare il parmigiano usando tutte e due le mani, ero talmente felice, euforica, che il primo pensiero è stato che dovevo farti partecipe di questa piccola, ma per me grande conquista e ti ho inviato  un piccolo video sicura conoscendoti che ti avrebbe trasmesso forza e serenità. 
La sera dopo, il mio pollice, da tempo sempre immobile, ha iniziato stranamente a muoversi, forse in cerca delle tue mani che ogni sera cercavano di stimolare la mia a risvegliarsi  dal suo letargo...


Questo blog, come ho sempre ripetuto, non è fatto solo di ricette che preparo o di lavoretti dei vari hobby che amo, ma contiene anche episodi che fanno parte della mia vita,gioie, dolori, emozioni...
Sicuramente tanti lettori reputeranno questi scritti sciocchezze senza senso, ma io non sono mai stata in cerca di approvazioni o successo, mi basta leggere le innumerevoli persone che mi scrivono ringraziandomi per l'aiuto che riesco a dare loro, con la mia semplicità e verità nell'esporre gocce di vita quotidiana, che per me è già una grande vittoria che mi regala enormi soddisfazioni e mi sprona a proseguire nel mio cammino.