venerdì 23 febbraio 2018

Dolce di carote e mandorle

Nel blog potete trovare una  torta di carote che avevo fatto seguendo una  ricetta della mia mamma,  e la potete vedere cliccando QUI
La ricetta invece di questo dolce carote e mandorle,  non prevede farine e zuccheri raffinati, nocciole,  un dolce poco dolce, oserei dire dietetico, ma non per questo meno buono...
Un consiglio? Provateli entrambi!
Ingredienti

120 gr. farina tipo "0"
120 gr. carote grattugiate
100 gr. mandorle triturate
50 gr. zucchero di canna
2 cucchiai colmi di olio di girasole
1/2 bicchiere di latte
1 uovo intero
 1 bustina di lievito 
1 pizzico di sale
 Procedimento

Le foto passo passo sono di come io ho preparato il dolce, ma ognuno può procedere come crede, l'importante che alla fine, siano messi e mescolati bene tutti insieme gli ingredienti.



Versare in una tortiera imburrata e infarinata il composto e mettere a cuocere in forno preriscaldato  a 180° per 25 minuti circa
Lasciare raffreddare il dolce, la ricetta non lo prevede, ma chi vuole può spolverare con un po' di zucchero a velo

Mezze penne al ragù di orata

Un primo piatto, facile e veloce, a base di pesce...

Ingredienti

250 gr. mezze penne
300 gr. filetti di orata
350 gr. polpa di pomodoro
1 scalogno
1 carota
1 spicchio aglio
vino bianco secco
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe q.b.
prezzemolo tritato


Procedimento

Fare soffriggere in un po' di olio extravergine d'oliva lo scalogno e la carota tritati insieme ad uno spicchio intero di aglio.

Quando sono appassiti aggiungere i filetti di orata privati della pelle e tagliati a pezzetti, quindi fare rosolare.
Sfumare poi con mezzo bicchiere di vino bianco secco e lasciare evaporare a fiamma vivace
Unire la polpa di pomodoro, aggiustare di sale e pepe, lasciare cuocere dolcemente per 20 minuti
Scolare la pasta al dente, e finire di cuocerla nel ragù, aggiungendo se necessario acqua di cottura.
Terminare la preparazione del piatto con una spolverata di prezzemolo tritato.


mercoledì 21 febbraio 2018

Uova al forno in salsa di pomodoro e fontina

Sempre alla ricerca e sperimentazione di nuove ricette che come base hanno le uova, ecco una delle tante...

Ingredienti

6 uova
450 gr salsa di pomodoro
150 gr. formaggio Fontina
2 rametti di rosmarino
olio extravergine di oliva 
sale e pepe q.b.

Procedimento

Questa ricetta l'ho fatta altre volte naturalmente variando ingredienti e modalità ...  di questa ho foto e passaggi.
Ho iniziato a tagliare a cubetti la Fontina. unico formaggio che avevo in frigo e che poteva fondere.
 Ho coperto il fondo di una teglia con parte della salsa di pomodoro che avevo preparato e condito con un filo di olio extravergine di oliva
Ho messo le uova nella teglia ed ho finito di aggiungere la restante salsa di pomodoro, aggiustando di sale e pepe. 
A piacere usare anche un po' di peperoncino
 Ho distribuito sopra la salsa di pomodoro i cubetti di formaggio che avevo tagliato in precedenza e profumato il tutto con rametti di rosmarino
Ho cotto in forno preriscaldato a 180° per per 20/25 minuti e servito il piatto caldo

Torta di mandarini

Una torta  preparata con frutta di stagione,leggera,soffice,  profumatissima, indicata sia per grandi che piccini
Ingredienti

3 uova
180 gr. zucchero semolato
300 gr. farina 00
7/8 mandarini succo
buccia grattugiata di mandarino
100 ml di olio di semi di arachidi o girasole
1 bustina di lievito per dolci

Sbucciare i mandarini togliendo anche i semi, frullarli in un mixer per ottenere il succo.
Montare molto bene le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
Aggiungere un po' di buccia grattugiata del mandarino e il succo ottenuto amalgamando delicatamente.
Versare a filo l'olio di semi continuando a mescolare.
Aggiungere la farina setacciata insieme al lievito, un po' per volta, piano piano, per non far smontare il composto
Imburrare ed infarinare una tortiera di 24 cm. versarvi il composto.
Cuocere la torta in forno preriscaldato a 170° per 45 minuti, fa sempre fede la prova stecchino.
Sfornare e lasciare raffreddare, spolverizzare poi con zucchero a velo
A colazione, a merenda o come fine pasto è sempre gradita 

Sformato di patate e porri

Ogni tanto mi capita di essere di poche chiacchiere, ma tanto alla maggior parte di voi interessano giustamente le ricette e non i miei pensieri o sfoghi, anche se spesso a me aiutano a scaricarmi.
Chissà prima o poi scriverò un libro anch'io come fanno in molti...

Ingredienti

1 kg. patate
1 kg. porri
350 ml di latte
250 ml di panna
300 gr. formaggio tipo Gouda olandese grattugiato
70 gr. burro
50 gr. parmigiano grattugiato
1 scalogno
1 rametto di rosmarino
sale e pepe q.b.

Procedimento

Lavare, sbucciare e tagliare a fette le patate. metterle in una bacinella di acqua fredda e al momento dell'uso, scolarle ed asciugarle.
Pulire anche i porri, lavarli asciugarli e tagliarli a rondelle
Tritare lo scalogno con gli aghi di un rametto di rosmarino, e metterli in una padella-antiaderente grande dove sarà stato sciolto il burro, farli rosolare.
Aggiungere i porri e farli cuocere per circa 5 minuti, mescolando...
Ora mettere in padella, insieme ai porri, anche le patate
Versare il latte...
... la panna
Aggiustare di sale e pepe, mescolare delicatamente, portare a bollore e far cuocere per 20 minuti.
Dopo aver imburrato una pirofila da forno, versare metà del composto, coprire con il formaggio Gouda, versare quindi l'altra metà aggiungendo ancora sopra Gouda, parmigiano e pepe.
Preriscaldare il forno a 200°, infornare e far cuocere per 30 minuti.
Sfornare...
e mangiare tiepido...


Note:
La quantità degli ingredienti è abbondante,  io sono riuscita a prepararne due teglie, consiglio comunque una padella ampia, altrimenti non riesce a contenere il tutto per la cottura.
Chi non riesce a trovare il Gouda, può usare altro tipo di formaggio.
La preparazione non è velocissima, ma penso che merita e sicuramente la rifarò magari con qualche modifica, che come al solito, mi viene in mente in corso d'opera.

Diritto di replica...



Vorrei farvi conoscere questo racconto di una cara amica, che come me ha visto la sua vita drasticamente ed improvvisamente cambiare.. una testimonianza preziosa, un inno alla vita, al coraggio di lottare ed andare avanti giorno dopo giorno per ricrearsi una vita il più possibile migliore.
Tutti abbiamo"Diritto di Replica" per la bellezza della vita da vivere!


Informazioni editoriali
Titolo: Diritto di replica per la bellezza della vita da vivere
Autore: Grazia Carolfi
Data di uscita: 2018
Editore: Youcanprint
DRM: Assente
ISBN: 9788827812150
EBOOK
€4,49

Disponibilità immediata. 8,92 € · Mondadori Store · Da Google
10,50 € · libreriauniversitaria.it · Da Google
10,50 € · Libreria Unilibro.it · Da Google

Diritto di replica è il racconto di un’esperienza drammatica, che nel 2010 ha cambiato drasticamente la vita della protagonista, proiettandola prima nell'incertezza di sopravvivere e poi in una condizione di vita a metà, privata della libertà di muoversi come prima e di sperimentare autonomamente tutto ciò che apparteneva al suo quotidiano. La violenza della prova a cui Grazia è sottoposta è descritta dal punto di vista fisico e psicologico e il momento dell’ictus segna un preciso momento dal quale lei deve ripartire da capo, forte di risorse che non credeva di possedere, per ricostruire un nuovo sé. Nella sua nuova esistenza saranno solo le cose che contano a sostenerla davvero: l’amicizia di Milena, il ricordo degli affetti da sempre serbati nel cuore, l’amore per la vita, la voglia di combattere per rinnovarsi ogni giorno e gioire, il desiderio di ritornare ad essere padrona di sé, superare il limite e portare alla luce il proprio potenziale. Nel rispetto di se stessa Grazia trova anche un profondo rispetto per il prossimo, e dopo aver perso la propria vita, quella alla quale si era dedicata per 53 anni, ritrova una personalità in grado di mettersi alla prova superandola, riemancipandosi per poter badare a se stessa in autonomia. Diritto di replica è dunque una preziosa testimonianza, un inno alla vita e al coraggio, che ha molto da insegnare a chi troppo spesso ignora quali sono le difficoltà a cui una persona colpita da ictus e il suo caregiver 

lunedì 12 febbraio 2018

Risotto alle zucchine e carote con ricotta e curcuma

In famiglia amiamo parecchio i primi piatti e tra questi anche ogni tipo di preparazione a base di riso che sperimentiamo tutte...

 Ingredienti

400 gr, riso
1 cipolla
2 zucchine
2 carote
vino bianco
350 g. ricotta
2 cucchiai di curcuma
parmigiano grattugiato
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Procedimento

Tritare finemente la cipolla e metterla a soffriggere in padella con un po' di olio evo. aggiungere quindi le zucchine e le carote pulite e tagliate a dadini o bastoncini, come preferite, e fare cuocere a fiamma vivace per qualche minuto
Aggiungere  il riso farlo tostare, versare il vino bianco e farlo sfumare. 
Continuare la cottura  del riso  aggiungendo del brodo vegetale, ogni volta che necessita come in tutti i risotti.
Quasi a fine cottura del riso, versare la crema ottenuta frullando la ricotta con la curcuma e un po' di brodo vegetale
Amalgamare bene il tutto, aggiungere parmigiano, aggiustare di sale e pepe.

giovedì 8 febbraio 2018

Filetti di orata agli agrumi in padella

Filetti di orata agli agrumi con cottura unilaterale in padella con il sale
Ingredienti
filetti di orata, sale grosso, agrumi(limone,arancia, lime) pepe, olio extravergine dì oliva

Procedimento

Lavare gli agrumi, tagliare le bucce a listarelle e mescolarle al sale grosso con il quale verrà coperto il fondo di una padella antiaderente, dove sarà effettuata una cottura unilaterale dei filetti di orata, perché  adagiati  sul sale dalla parte della pelle, senza mai girarli.
Bagnare il sale con un po' di acqua che farà fuoriuscire il profumo degli agrumi.
Coprire con un coperchio e cuocere per circa 15 minuti.
il sale è solo un elemento che serve per cuocere e non per insaporire, sono gli agrumi che conferiscono sapore e profumo.
Il pesce conserva le sue caratteristiche organolettiche, mantiene all'interno i sali minerali,non c'è fuoriuscita di liquidi, non ci sono aggiunte di grassi, quindi una cucina sana, veloce e saporita.
Arrivati i filetti a cottura,  la pelle rimarrà attaccata alla crosta di sale e dell'orata uscirà solo la polpa.
Tocco finale,una spolverata di pepe e dell'ottimo olio extravergine di oliva.