lunedì 21 gennaio 2019

Risotto spinaci e robiola

In casa mia il formaggio Robiola è quasi sempre presente, dato che piace anche ai miei nipoti cerco di sfruttarlo nella preparazione di diversi piatti, ma talvolta capita che la scadenza si avvicini e non è stato ancora utilizzato,allora corro ai ripari cercando ricette salate o dolci, che siano di gradimento in famiglia, oggi si tratta di un  primo piatto, magari domani per variare, una torta per la felicità dei miei golosi


Ingredienti

200 g. riso
1 cipolla piccola
olio extravergine d'oliva
vino bianco
3 cubetti di spinaci surgelati
brodo vegetale q.b.
100 g. robiola


Procedimento

In un tegame ho messo a soffriggere la cipolla tritata finemente, aggiunto poi il riso e fatto tostare bene, versato poi un po' di vino bianco e lasciato sfumare.
A questo punto  ho iniziato ad aggiungere il brodo ( il mio era granulare) ed ho messo subito anche i cubetti di spinaci surgelati, 
continuando via via ad aggiungere brodo fino a portare a cottura il riso, ho spento quindi la fiamma sul fuoco e mantecato con la robiola
 che con il calore del brodo e del riso si è sciolta regalando al risotto una bella e gustosa cremosità.




































8

sabato 19 gennaio 2019

Vellutata di zucca con pancetta

Creme, vellutate, una passione invernale di tutta la famiglia.
Questa volta è il turno della zucca.


Ingredienti

1 cipolla piccola
600 g. zucca
2 o 3 patate
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe q.b. 
pancetta a dadini
acqua o brodo vegetale

Procedimento

Pulire e tritare la cipolla, metterla a rosolare dolcemente in una pentola con poco olio.
Aggiungere la zucca e le patate pulite e tagliate a pezzetti, coprire con brodo vegetale o  sostituirlo con acqua e un dado.
Far cuocere a fiamma moderata finché non si disfano.
Frullare il tutto con un minipimer ed aggiustare di sale e pepe.
Servire la vellutata con un filo d'olio e  cospargere sopra i dadini croccanti di pancetta rosolati precedentemente in un padellino.

Sostituire a piacere la pancetta con lo speck,  o aggiungere il parmigiano grattugiato con una spolverata di noce moscata

venerdì 18 gennaio 2019

Torta morbida di cachi

Tempo fa, avendo diversi cachi maturi, ho deciso di sperimentare questa  semplicissima torta, ed  avendo avuto successo anche con coloro a cui non piacciono, ho deciso di pubblicarla per non dimenticarla.

Ingredienti

600 g. cachi
2 uova
180 g zucchero
50 g. olio di semi girasole
1 limone - grattugiare la buccia
300 g. farina 00
1 lievito per dolci

Procedimento

Montare le uova con lo zucchero,  aggiungere l'olio, la buccia grattugiata del limone, la polpa frullata dei cachi, la farina setacciata, il lievito. 
Amalgamare bene tutti gli ingredienti, versare il composto in una tortiera imburrata ed infarinata, mettere in forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti.

martedì 15 gennaio 2019

Milù 2019

Un altro anno è passato...come al solito non riesco ad essere presente come vorrei nel blog, ma chi ormai mi conosce sa che non lo abbandonerò mai, ma la vita spesso ci pone difronte delle priorità che vanno rispettate, ed io tra famiglia, ospedali per  controlli medici, e  giornate decisamente da urlo, vado avanti come meglio posso, a volte con il sorriso, altre pensierosa,  triste e nostalgica, ma arrendersi non fa parte di me, ho sempre lottato nella mia vita e continuerò a farlo per me e per i miei cari!
Un mix di emozioni, in queste foto, fatte in  diversi anni della mia vita...


... poi ci sono loro, Matteo e Martina e la vita acquista ancor più valore... ed è insieme a loro che auguro a tutti che il nuovo anno  porti, in particolar modo, tanta salute, la cosa più importante, che solo quando viene a mancare, ci rendiamo conto della sua importanza...


giovedì 20 dicembre 2018

Creando con fantasia...

Svuota tasche, porta caramelle o cioccolatini, o semplici soprammobili... facili, carini, in questo caso colorati per far felice mia nipote Martina, ma si possono creare con i colori che più amiamo.
Procurarsi un vassoio o una ciotola di forma che preferiamo, che possa andare in forno, ungerla leggermente con un filo d'olio e cospargere le perline su tutta la superficie cercando di non sovrapporle e di non lasciare spazi vuoti.
Mettere in forno preriscaldato fino a quando le perline si saranno fuse insieme.
Lasciare raffreddare e togliere la creazione dalla forma.
Le foto purtroppo non rendono giustizia, questi oggetti hanno un aspetto molto carino, lucido e ricordano il vetro di Murano.

Questa è stata la mia prima esperienza, non è venuta come avrei voluto anche perché ho mescolato due marche di perline diverse le Pyssla molto più piccole e sottili e le Hama Beads molto più grosse e spesse.
E' stato solo un primo esperimento e ne seguiranno altri...