sabato 31 dicembre 2011

Buon 2012

A tutti voi,
alle vostre famiglie, 
tantissimi auguri di 
Buon Anno


giovedì 29 dicembre 2011

Fusilloni integrali saporiti

Solo raramente uso cucinare pasta integrale, infatti credo nel blog di non aver mai pubblicato ricette di questo tipo. 
Ad essere sincera non ho mai amato molto questo tipo di pasta, ma dopo aver provato questi fusilloni integrali della Gragnano mi sono ricreduta.
Li ho conditi con un sughetto semplice ma saporito e per non smentirmi, come al solito veloce.


Fusilloni integrali saporiti


Ingredienti

olio extra vergine d'oliva
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di capperi
8 alici sott'olio
1 bicchiere di vino bianco secco
1 scatola di polpa di pomodoro
1 manciata di olive nere
prezzemolo - origano
parmigiano o pecorino grattugiato
sale - peperoncino 
  

Procedimento

In una padella antiaderente fare rosolare 1 spicchio d'aglio con pochissimo olio, aggiungere le alici e i capperi tritati grossolanamente...

... continuare a rosolare dolcemente, quindi aggiungere un bicchiere di vino bianco secco, una generosa manciata di prezzemolo, origano e lasciare evaporare.
Evaporato il vino, aggiungere la polpa di pomodoro...
...le olive nere sminuzzate, un pizzico di peperoncino e continuare la cottura del sugo fino a farlo ritirare.
 In una pentola con abbondante acqua bollente salata, mettere a  cuocere la pasta...
... arrivata a cottura, scolarla e versarla nella padella con il sugo...
... facendola saltare amalgamando bene tutti gli ingredienti. 
 Spolverizzare, a piacere, con abbondante parmigiano grattugiato o pecorino

martedì 27 dicembre 2011

Tortino con prosciutto cotto e mozzarella

Eccomi a condividere con voi la mia cena di stasera...
Ho portato in tavola un semplicissimo tortino, fatto all'ultimo minuto, con  mio nipote attaccato alla gonnella che aveva voglia di coccole.

Tortino con prosciutto cotto e mozzarella



Ingredienti

2 buste di purè di patate liofilizzate
650 ml. latte
150 gr. acqua
4 uova
200 gr. prosciutto cotto
350 gr. mozzarella
60 gr. parmigiano grattugiato
40 gr. pane grattugiato
burro - sale e pepe  q.b.

Procedimento

Preparare il purè, aggiungere una noce di burro e il parmigiano. 
Tagliare a cubetti la mozzarella, tritare grossolanamente il prosciutto cotto, unirli al composto insieme alle uova sbattute.
Imburrare e cospargere di pane grattugiato, o usare carta forno, una pirofila, versare il composto, aggiungere una spolverata di pane grattugiato, completare con fiocchetti di burro e cuocere in forno preriscaldato a 200°C per 30 minuti circa.


Sicuramente qualcuno si meraviglierà e sarà contrario all'uso dei preparati in busta, ma devo dire che dopo aver provate le patate in fiocchi liofilizzate, all'occasione sono validi sostituti dei metodi tradizionali, veloci da preparare e di gusto gradevole.


In questa ricetta ho usato ingredienti che avevo in casa, avrei voluto mettere più mozzarella ma avevo solo quella, comunque ognuno può far spaziare la fantasia, variando con altri formaggi e salumi.

Per non farci mancare niente, prima del tortino, che poteva anche essere considerato piatto unico,  ci siamo mangiati anche dei tortellini a brodo :)


... ma dopo Befana tutti a dieta!!! Mah, sarà vero???

Pandolce alla genovese

Vorrei ringraziare tutti coloro che mi hanno lasciato gli auguri nel blog, nella pagina di Facebook e chi mi ha scritto, e scusarmi per non essere potuta passare ancora da voi... come potete vedere non riesco neppure a pubblicare tutti i giorni, e spesso cerco di farlo la notte. 
Sembrerà strano ma anche il giorno di Natale ero impegnata, questa volta con il Volontariato, e mentre i miei familiari pranzavano io ero fuori per un servizio... è dirò che non mi è dispiaciuto più di tanto se non per loro, perchè mentre ci mettevamo a tavola, stavo pensando alla mia mamma, a quando lei era presente fisicamente... e proprio una signora anziana in quel momento aveva bisogno, ed io parlandole, sorridendole, cercando di distrarla sull'ambulanza che la portava in ospedale, mi è sembrato ancora una volta di aiutare mia mamma.

Dato che sono riuscita a collegarmi vi lascio una ricettina che mi ha dato una signora genovese...


Il pandolce genovese


Ingredienti

250 gr. farina 00
70 gr. burro
80 gr. zucchero
50 gr. latte
1 tuorlo d'uovo
1 bustina di lievito
100 gr. uvetta
100 gr. canditi
50 gr. pinoli
un pizzico di semi di finocchio


Procedimento

Impastare il tutto...

fare una palla e metterla in una teglia da forno.
Fare sopra una croce e cuocere a 160°C per 30 minuti

Ed ecco l'interno...

Note. Alla ricetta che mi è stata data e che ho trascritto integralmente, ho aggiunto del rum mettendolo nell'uvetta per ammorbidirla e profumarla.
Il primo pandolce che ho sfornato, dopo 30 minuti a 160°C,  come dice la ricetta, non era ben cotto, quindi l'ho dovuto rimettere in forno per altri 15 minuti e dopo era perfetto.
E' una ricetta velocissima e facile a farsi, ottima come gusto, unico difetto, se così lo vogliamo definire, è che sbriciola... anche se poi non avanzano neppure le briciole... la prossima volta penso di provare a farlo con l'uovo intero invece che solo il tuorlo, naturalmente ogni variazione che proverò, aggiornerò questo post.

A chi interessa il video clicchi QUI

sabato 24 dicembre 2011

Buon Natale


Un piccolo video 
per augurare a tutti voi 
e alle vostre famiglie...
Buon Natale
di pace, amore, serenità!



venerdì 23 dicembre 2011

Riccioli con pomodoro e gorgonzola

Primo giorno di vacanze natalizie,  mattinata in cui ho cercato di rilassarmi pensando un pochino a me stessa, andando dall'estetista, facendo alcuni acqusti dell'ultimo minuto, fermandomi a prendere un aperitivo in compagnia... ma poi di nuovo di corsa a casa, per cercare di organizzare tutti i lavoretti che in quest'ultimo periodo, che rientravo in casa sempre la sera tardi continuavo a rimandare...
Per prima cosa ho pensato al pranzo preparando un primo veloce, non mi smentisco mai... ma facendo due conti, mi sono resa conto che anche durante le feste sarò abbastanza presa e non avrò come speravo
tanto tempo libero, neppure il giorno di Natale, che sarò di turno come Volontaria nell'Associazione paesana della Misericordia.

Ed ora ecco il mio primo piatto di oggi: 
Riccioli al pomodoro e gorgonzola. 


Ingredienti

Riccioli della Gragnano
salsa di pomodoro 
pomodoro ciliegino semisecco
gorgonzola
peperoncino
basilico
olio, sale e pepe


Procedimento

Ho messo subito una pentola con abbondante acqua al fuoco, raggiunto il bollore, ho salato e versato la pasta.
In una padella antiaderente ho messo la salsa di pomodoro fresco che avevo preparato in precedenza...
... mentre riscaldava la salsa, ho preparato per aggiungervi il pomodoro ciliegino semisecco ed il gorgonzola...
... ho aggiunto questi ingredienti...
... aggiustato di sale e pepe, lasciato fondere il gorgonzola per fare amalgamare bene il tutto.
Ho scolato la pasta e versata in padella, l'ho fatta saltare...
... ho impiattato, versando sulla pasta un filo d'olio extra vergine d'oliva, una spolverata di peperoncino e di basilico tritato.
A piacere, dato che non tutti lo gradiscono, è stato aggiunto una manciata di parmigiano grattugiato.

A domani per gli auguri... :)

sabato 17 dicembre 2011

Caccavelle alle verdure, salsiccia e provolone

Oggi è la volta di una pasta con un formato davvero particolare: 


 Ed ecco come le ho preparate...


Ingredienti

olio extra vergine
1 cipolla
1 peperone giallo
1 peperone rosso
1 melanzana
3 salsicce
salsa di pomodoro 
provolone
peperoncino a piacere
prezzemolo origano pepe
parmigiano grattugiato




Procedimento

In una padella atiaderente rosolare la cipolla tritata con un po' d'olio.
Lavare la melanzane, i peperoni e tagliarli a cubetti, sbriciolare la salsiccia, mettere il tutto in padella, fare saltare a fuoco vivo, quindi abbassare la fiamma, e continuare la cottura.
Dopo circa 15 minuti, aggiungere una cucchiata o due di salsa di pomodoro, prezzemolo, origano e un po' di pepe, continuare a cuocere per altri 10 minuti circa.
Quando la pasta sarà arrivata a cottura, scolarla, adagiarla in una pirofila da forno, su di un letto di sugo di pomodoro  mescolato con un po' di panna.
Farcire le caccavelle con il preparato di verdure e salsiccia,  aggiungere il provolone e una spolverata di parmigiano grattugiato.
Passare in forno preiscaldato a 180°  per circa 20 minuti circa...



... il provolone si fonderà insieme agli altri ingredienti, creando un buon connubio.

Buon appetito!!!

venerdì 16 dicembre 2011

Torta di noci

Era da tempo che non facevo questa torta, ma in questi giorni un'ondata di nostalgia dei tempi passati me l'ha riportata alla memoria.
Ho trascorso un periodo della mia vita d'insegnante, lavorando anche in ufficio, nella Segreteria delle scuole... e in quel periodo ho conosciuto ed apprezzato molto una dolce signora, sempre carina, disponibile e pronta a farsi due risate in compagnia.
La sosta per un caffè era irrinunciabile, e  facevamo a turno, a portare qualche dolcetto da gustare insieme, per addolcire magari le giornate no.


Per questo dolce devo ringraziare Franca, perchè dopo aver assaggiato la sua torta, non ho esitato a chiederle la ricetta, che lei mi ha gentilmente dato ed io trascriverò integralmente.


Ingredienti

200 gr. farina integrale
150 gr. farina di noci
100 gr. zucchero
25 gr. burro spezzettato e fuso
4 uova
1 limone (scorza grattugiata)
1 bustina lievito
1 pizzico di sale

Procedimento

Mescolare tutti gli ingredienti, escluso gli albumi che andranno montati a neve ed incorporati  da ultimo.
Infornare a 180°C per 30 minuti circa.


Grazie ancora Franca! 
Non è che tu abbia qualche altra golosità da offrirmi?


Note: Per farina di noci s'intende triturare finemente, riducendo in polvere le noci.
Per fare questa operazione, considerando l'oleosità delle noci, le ho mescolate alla farina integrale e frullato il tutto. (se ne rimane anche qualche pezzettino un po' più grosso, non rovina la ricetta, anzi risulta piacevole.

mercoledì 14 dicembre 2011

Bistecca di maiale con errore...

Sarà il caso, questa sera, che pensi a presentarvi un secondo piatto, sicuramente si è capito che i primi piatti e il pane sono all'ordine del giorno in casa mia, ma ci sono sempre anche altre pietanze...
La bistecca di maiale, è buona e saporita, cotta in qualsiasi modo, ma voi come la cucinereste?
Questa volta, volevo qualcosa di diverso dalla solita bistecchina alla griglia, un piatto più completo ed appetitoso, pensa e ripensa ho optato per ...


Ingredienti

3 Bistecche di maiale disossate
3 cipolle rosse
50 gr. pancetta  (lardo di colonnata)
400 gr. salsa di pomodoro 
1 cucchiaino di preparato per brodo
sale

Procedimento

In un padella antiaderente calda, ho messo a cuocere le bistecche senza aggiunta di grassi, che verranno rilasciati dalla carne stessa durante la cottura.
Intanto ho pulito ed affettato le cipolle rosse
Quando la bistecca è arrivata a cottura, l'ho tolta dalla padella, e messa da parte in altro recipiente.
Nella solita padella, ho messo a cuocere a fiamma bassa, dolcemente, le cipolle.
Non avendo brodo a disposizione, ho aggiunto un cucchiaino di preparato della Tec-Al, e dell'acqua, lasciando cuocere ancora dolcemente.
Intanto mio figlio vedendomi indaffarata, ed aspettando cena, si è offerto di aiutarmi, tagliando a cubetti quella che doveva essere pancetta dolce, ma in realtà...
Lui continuava a dirmi che gli sembrava troppo bianca quella pancetta, ma io presa da altro non ho dato peso alla cosa, rispondendo che forse era più grassa del solito.
Ho aggiunto la presunta pancetta in padella, rendendomi conto solo dopo che si trattava di lardo di colonnata, ma ormai il gioco era fatto...
Dopo pochi minuti ho versato la salsa di pomodoro e lasciato restringere leggermente...
... quindi ho messo di nuovo le bistecchine di maiale, lasciandole il tempo necessario per farle insaporire.
Ho aggiustato di sale e aggiunto una spolverata di prezzemolo tritato.
Ho servito la bistecchina accompagnata da queste cipolle saporite.


Note. Ero partita con l'idea della pancetta dolce, ma devo dire che con l'errore commesso, il piatto ne ha sicuramente guadagnato in gusto.

martedì 13 dicembre 2011

Barbari - Iran

Ancora un esperimento di pane fatto in casa... questa è la volta dell' Iran con i Barbari.
Sicuramente non assomiglieranno agli originali, sembrano dei normali panini, ma questa è la ricetta ed il procedimento che ho trovato nel mio solito libretto di "Pane fatto in casa da tutto il mondo" e devo dire che ogni ricetta che ho sperimentato fino ad ora, non mi ha mai delusa.

Barbari


Ingredienti per 12 panini:

500 gr. farina 00
30 gr. lievito fresco
300 ml acqua tiepida
20 gr. sale
olio extra vergine d'oliva
semi di sesamo o di carvi (a piacere)

Procedimento

Setacciate la farina in una ciotola e fate una fontana.
Sciogliete il lievito nell'acqua, versatelo nel centro della fontana e impastate con la punta delle dita, unendo solo poca farina, fino ad ottenere una crema.
Coprite la ciotola con un foglio di pellicola trasparente e lasciate lievitare per circa un quarto d'ora.
Togliete la pellicola, unite la rimanente farina e impastate il tutto fino ad ottenere una massa omogenea e salate.
In una seconda ciotola versate 2 cucchiai d'olio e ripassatevi l'impasto in modo da ungerlo uniformemente.
Ricoprite con la pellicola e lasciate lievitare la pasta per 40 minuti.
Trasferite l'impasto sulla spianatoia, dividetelo in 12 porzioni e modellate tanti piccoli panini ovali; appiattiteli e incideteli con due tagli trasversali e paralleli.
Ungeteli con poco olio, copriteli con un panno e poneteli a lievitare per 30 minuti.
Cuocete in forno preriscaldato a 220 per 20/30 minuti 


Variante: a metà cottura potete spennellare la superficie dei panini con acqua e olio e farvi cadere a pioggia una manciata di semi di sesamo o di carvi.

PS. In questa ricetta è stata usata la farina 00 della Molino Rosignoli


lunedì 12 dicembre 2011

Pretzels - Germania

Anche se perfetta dilettante di panificazione, mi piace continuare i  miei esperimenti anche sul pane fatto in casa da tutto il mondo, approfitto di pomeriggi liberi dagli impegni per darmi da fare...
Sabato essendo libera, ho provato a preparare due tipi di pane, ed è da pazzi... inesperta e pure due tipi diversi alla volta, ma questa è una mia caratteristica... la bramosia di fare e il pochissimo tempo libero mi condizionano, facendomi correre anche quando potrei ricavarmi qualche ora di relax, ma quanta soddisfazione far felici i familiari e pure gli amici!

Questa ricetta è tratta, come tutte le altre che ho presentato, dei pani nel mondo, dal libro: "Pane fatto in casa da tutto il mondo" che trascriverò integralmente.

Pretzels


Ciambelline salate, morbide e saporite, adatte al tè, i buffet, i picnic... tutte le occasioni sono buone per gustarle




Ingredienti

450 gr. farina 00
170 ml acqua tiepida
120 ml latte tiepido
30 gr. burro fuso
15 gr. lievito fresco
5 gr. sale
olio extra vergine d'oliva

Per la finitura: 1 uovo sbattuto con 2 cucchiai di latte - sale grosso

Procedimento

Versate l'acqua e il latte in una ciotola e scioglietevi il lievito.
In un altro contenitore setacciate la farina con il sale e fate la fontana.
Nel centro versate a filo il composto con il lievito, mescolando con un cucchiaio e incorporando la farina.
Quindi aggiungete il burro fuso.
Continuate ad impastare, fino a quando il composto si staccherà dai bordi.
Trasferitelo allora sulla spianatoia e impastate per altri 5 minuti.
Ungetelo uniformemente con l'olio e lasciate lievitare per 1 ora nella ciotola sigillata con pellicola trasparente.
Rovesciate la massa sulla spianatoia, impastate per 5 minuti, poi dividetela in 16 porzioni uguali.
Fatene delle palline, appoggiatele su uno strato abbondante di farina e copritele con un telo.
Prendete una pallina e ricavatene un cilindro lungo 40 cm, che sia più consistente nel centro.
Con la punta delle dita prendete le estremità, incrociatele e fissatele esercitando una leggere pressione nei punti in cui il cilindro si restringe.
Sistemate le ciambelline su una teglia imburrata e fate riposare per 10 minuti, il tempo di portare a ebollizione una larga pentola di acqua salata.
Una volta raggiunto il bollore, abbassate la fiamma e immergete le ciambelle una alla volta.
Quando riemergono, sgocciolatele e adagiatele prima su un canovaccio, poi su una teglia foderata con un foglio con carta da forno.
Spennellatele con l'uovo sbattuto con il latte.
Decorate con il sale grosso e passate in forno caldo a 200°C per 25 minuti.
Fatele raffreddare su una griglia e, a piacere, potete servirle tiepide o calde.

I vari passaggi descritti, potete visionarli nel mio VIDEO 


Sulla mia tavola sabato sera anche Barbari - Iran ...


... seguirà ricetta ed altro video.

PS. In questa ricetta è stata usata la farina 00 per pizza della Molino Rosignoli

domenica 11 dicembre 2011

Linguine porri e gamberetti al profumo di limone

Aiutooooo, sono proprio incasinata, mi servirebbe non una mano ma due!
Nei miei momenti liberi, seppur rari, cerco di fare un po' di piatti da presentare, alcuni lavoretti ... ma il peggio è che non ce la faccio a pubblicare regolarmente come vorrei. 
Spesso mi succede che invento un piatto sul momento, dalla fretta non peso mai ingredienti ma vado ad occhio, ma il peggio è che passano alcuni gorni prima che pubblichi, quindi non ricordo neppure bene tutti gli ingredienti che ho usato, sono proprio una sciagura, povera me... ma Milù è anche questa!
Chi mi ama mi segue, nei miei pregi e nei miei difetti :)

Oggi vi presento velocemente un primo piatto: "Linguine porri e gamberetti al profumo di limone"


Ingredienti

Linguine
porri
limoni
gamberetti
panna
burro
prezzemolo
sale e pepe


Le quantità a vostro piacere...


Procedimento

Tagliare un limone a metà e metterlo nella pentola di cottura della pasta.
Portare ad ebollizione, salare e mettere a cuocere la pasta (io ho usato le Linguine al limone della Gragnano che necessitano di 13 minuti di cottura, quindi vista la velocità nel preparare il condimento, ho iniziato subito dalla cottura della pasta).
Pulire e tagliare finemente i porri.
In una padella antiaderente mettere il burro, aggiungere i porri e salare leggermente... farli appassire a fuoco basso dolcemente, se necessario aggiungere dell'acqua bollente.
Aggiungere poi della scorza grattugiata e del succo di limone. 
Sbollentare i gamberetti (io ne avevo un pugnetto surgelati, e per fare questo, li ho passati velocemente con un cucchiaio di acqua nel microonde).
Aggiungere la panna nella padella con i porri, poi anche i gamberetti.
Fare amalgamare bene tutti gli ingredienti, qindi scolare la pastra e farla saltare in padella.
A fuoco spento spolverizzare con prezzemolo tritato e servire al volo!




Per la preparazione di questo piatto può essere visionato anche il VIDEO

giovedì 8 dicembre 2011

Torta compleanno

Festeggiamento lampo del compleanno di Matteo con alcuni amici... 

Dopo aver cambiato diverse volte idea sulla data e gli invitati, ha deciso all'improvviso ieri sera che per oggi voleva la torta... decidendo anche che doveva essere un pan di spagna farcito con crema e panna, la sua passione.
Andando a fare la spesa con la mamma, aveva acquistato anche un'ostia che gli era piaciuta per decorare la torta.
Riuscirò mai a fare le cose con calma e tranquillità nella mia vita??? troppo facile sarebbe... 
... quindi stanotte ho preparato al volo il pan di spagna per poterlo fare riposare un po' prima di farcirlo, e stamani ho cercato di assemblare il tutto.
L'ostia non mi aveva ispirato molto, aveva colori tenui, spenti...ma nelle istruzioni si diceva di usare una gelatina specifica da spalmare sopra che l'avrebbe ravvivati, ma dato che non mi era stata portata insieme all'ostia, dovevo rimediare in qualche modo... 
Grazie ad internet, sono riuscita a trovare la ricetta della gelatina per cialde fatta in casa, sul sito della Rebecchi, imparando così una cosa nuova.

Per la ricetta del pan di spagna, farcitura, procedimento,  cliccare QUI

Ingredienti per la gelatina:

85 ml d'acqua
5 gr. di fecola
15 gr. di zucchero a piacere
2/34 gocce di limone

Procedimento

Stemperare la fecola e lo zucchero con l'acqua a freddo, scaldare mescolando e togliere dal fuoco appena bolle. 
Lasciare intiepidire e versare il preparato sulla cialda, già posizionata sulla torta, in modo omogeneo.
Per evitare una perdita di brillantezza dei colori, è consigliabile eseguire questa preparazione non più di un'ora prima di servire.


Non era proprio così che immaginavo la torta che gli avrei preparato quest'anno, avevo ben altre idee, che magari a lui sarebbero piaciute meno... ma non è detto, se ci riesco, che domenica non ne sforni un'altra...


PS. La foto della fetta non ce l'ho, non essendo stata presente quando è stata tagliata, mi è stato comunque riferito che non ne è avanzata neppure una porzione.